Osservatorio Diritti in genere sulla nuova Giunta Regionale: "Sebben che siamo tante, competenze non abbiamo"

1' di lettura 19/10/2020 - Nel segno dell’alternanza politica, la Regione Marche passa dal centrosinistra al centrodestra nelle cui fila purtroppo, secondo le ferme dichiarazioni del presidente Acquaroli - che sostiene essere stata la COMPETENZA il criterio fondamentale di scelta degli assessori - le donne risultano evidentemente incompetenti, tanto da essere ridotte ad una sola unità.

Ignorando infatti l'art.3 dello Statuto Regionale che garantisce parità di genere nell'accesso alle cariche (vale la pena ricordare che la recente legge regionale che promuove tale principio è stata approvata in assenza dell’opposizione che all’epoca aveva abbandonato l’aula) solo un assessorato dell’attuale giunta è al femminile, affidato all’on. Giorgia Latini, la parlamentare leghista che per la cultura marchigiana lascia il proprio posto a Montecitorio a un collega di partito (finalmente promosso onorevole).

Non possiamo che esprimere vicinanza a tutte le consigliere e a tutti i consiglieri della nostra regione che, proprio nel momento in cui è urgente l’apporto di ognuno senza distinzioni di genere, dovranno fare i conti con una zavorra di mediocrità tipica della destra populista, a "cultura" conservatrice e patriarcale.

Osservatorio Diritti in genere






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-10-2020 alle 15:14 sul giornale del 20 ottobre 2020 - 278 letture

In questo articolo si parla di politica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/by4n





logoEV
logoEV