Perché il poker online sta rubando la scena a quello live?

3' di lettura 19/10/2020 - Con la pandemia da coronavirus, il poker texano in Italia ha cambiato tendenza. Sono stati quasi azzerati gli eventi dal vivo a favore di tantissimi eventi di poker online che hanno portato così un fatturato maggiore nel settore web. Cosa succederà all’online poker nel 2021? Proviamo a fare qualche ipotesi in questo articolo.

Coronavirus, un duro colpo per il poker texano dal vivo.

Il mondo del poker texano è cambiato nel giro di pochi mesi e questo è dovuto alla pandemia da covid che ha colpito anche questo settore. Con il lockdown e la chiusura di sale poker e casino dove si svolgevano i vari eventi dei circuito WPT e EPT giusto per citare i più famosi. Molti giocatori di poker texano sono stati trovati positivi al coronavirus e purtroppo abbiamo anche pianto la scomparsa di un famoso giocatore. Il distanziamento sociale, il divieto di assembramenti e le difficoltà lato economico dei casino in cui si gioca a poker a riaprire i battenti dopo mesi di fermo, hanno contribuito negativamente alla crisi. Ma se il settore del poker texano live ha subito un duro colpo, quello web ha invece guadagnato una grossa fetta di mercato.

Il poker online infatti, durante la quarantena, è stato il gioco sul web più ricercato dagli utenti. I numerosi portali top per come ad esempio Peoples Poker, hanno immediatamente aumentato il numero di tornei in programma ogni giorno. Inoltre, l’aumento di nuovi iscritti ai torni di online poker ha visto i tornei con montepremi garantito, tornare ai numeri di 10 anni fa. L’epoca d’oro del poker online in Italia, quando giornali e tv seguivano le gesta dei vari Pescatori, Chiarato, Candio, Kanit e Sammartino sembra poter tornare. Ma per arrivare ai quei livelli, serve che il poker texano dal vivo torni a essere teatro di grandi eventi come ad esempio le WSOP.

Anche i prossimi mesi saranno all’insegna del poker online.

Ma come mai il poker online è tornato ad avere così successo dopo una flessione evidente negli ultimi anni? Sicuramente la possibilità di giocare da casa e quindi evitare il contagio da covid ha permesso ai siti più importanti di tornare ai fasti di un tempo. La modalità torneo nelle lobby di poker online è stata capace di attrarre ancora una volta vecchi e nuovi appassionati. La scelta fra numerosi tipi di tornei di poker texano, dal freeroll, al freezout, dal garantito al multitavolo, passando per il rebuy o il cash game, mette il giocatore al centro dell’offerta. Queste sono tutte peculiarità che il poker dal vivo non può offrire così come il fatto di poter giocare 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno.

La flessibilità e la sicurezza del poker online sono quindi tornate a essere caratteristiche uniche e vincenti per questo settore. Visto che le riaperture delle sale da poker texano e il ritorno in calendario dei grandi eventi live va molto a rilento, è quasi scontato prevedere un 2021 alla insegna della tecnologia e del settore web. Il fatturato del poker online dovrebbe quindi aumentare ulteriormente e siamo molto curiosi di vedere quali novità proveranno a inserire nel proprio programma i principali operatori di settore. In un momento storico del genere il poker online sta tenendo a galla un settore (quello del gioco) assieme ad altri due asset fondamentale nel web gaming come betting e casino.

Ovviamente la lotta fra il gioco legale e quello illecito tiene sempre banco negli appassionati di poker online. Il consiglio che possiamo dare è quello di vedere il poker texano come un divertimento e non come un gioco d’azzardo e giocare solo sui siti con concessione ADM, gli unici che possono garantire affidabilità a livello di protezione dei dati personali e di sicurezza nelle transazioni.






Questo è un articolo pubblicato il 19-10-2020 alle 18:48 sul giornale del 19 ottobre 2020 - 39 letture

In questo articolo si parla di attualità, gioco, on line, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/by6I





logoEV
logoEV