A Osimo la rete dell’aiuto non si è mai fermata anche durante il lockdown. Firmato da te racconta come l’Emporio della solidarietà sostiene le famiglie in difficoltà

4' di lettura 24/09/2020 - Attivo da due anni a Osimo, in provincia di Ancona, l’Emporio della solidarietà offre una risposta concreta alle tante persone in difficoltà nella cittadina marchigiana ed è un riferimento per 500 nuclei familiari. Anche durante il periodo del lockdown ha continuato a svolgere la propria funzione, rafforzando le sue energie grazie alla generosità dei volontari.

È così che tante famiglie, colpite dall’improvvisa crisi economica legata al Covid-19, sono riuscite ad assicurare il cibo a tavola per i propri figli. “Siamo cinque in famiglia, - spiega Josana, ventisettenne albanese e madre di tre bambini - mio marito lavora anche 12-13 ore al giorno per arrotondare altrimenti non ce la facciamo. All’ Emporio prendo la pasta che mi serve per tutto il mese, i biscotti per i bambini, il latte e i pannolini.”

Persone che mai avrebbero pensato di rivolgersi alla Caritas hanno trovato accoglienza e uno sguardo di speranza dietro le mascherine. Un grande impegno svolto cercando di garantire la dignità e la promozione umana di ogni individuo, con un servizio di consegne a domicilio per anziani soli e soggetti non autosufficienti. “L’Emporio della Solidarietà – spiega la responsabile Donatella Crocianelli – è stato un progetto desiderato per superare l’idea di assistenzialismo, applicato in precedenza, che prevedeva la distribuzione dei pacchi viveri alle persone che si rivolgevano alla Caritas.

E’ stato un voler riconoscere la dignità degli individui a partire dalla possibilità di fare la spesa scegliendo i prodotti di cui hanno bisogno”. Firmato da te è un progetto televisivo di TV2000 che racconta, attraverso la voce dei protagonisti, cosa si fa concretamente con l’8xmille destinato alla Chiesa cattolica e segue le ricadute di un piccolo gesto nella quotidianità di tanti. Un racconto in prima persona, senza filtri, con un montaggio serrato e cinematografico, che coinvolge lo spettatore nelle pieghe delle numerose esperienze sostenute dalla carità cristiana. “L’Emporio è nato nel 2018 – sottolinea Olimpia Discoli, operatrice - attingendo ai preziosissimi fondi dell’8xmille alla Chiesa cattolica”.

Realizzato attraverso il finanziamento della Caritas Italiana, mediante l’8xmille, e alla compartecipazione del Comune di Osimo, l’Emporio, secondo nel territorio diocesano dopo quello di Ancona, promuove una forma di sostegno che educa al consumo responsabile e alla programmazione del proprio budget. “Per accedere all’Emporio – aggiunge Donatella Crocianelli - è necessario il passaggio dal centro di Ascolto dove la persona ci racconta cosa gli sta succedendo.

Successivamente gli viene rilasciata una tessera a punti che consente di fare la spesa in totale libertà.” Entrando nel vissuto delle persone si scoprono i mille intrecci che la comunità ecclesiale è in grado di creare, donando possibilità e speranza, intervenendo con discrezione e rispetto, operando con creatività nel presente dell’Italia che arranca. “Rivolgersi alla Caritas non è una vergogna – racconta un’assistita - ma una benedizione; se non ci fosse la Caritas la gente sarebbe disperata, specialmente se ha figli. Oggi mi sono trovata io in difficoltà, domani potrebbe toccare ad un’altra persona”.

Grazie alla stipula di diverse convenzioni con supermercati, enti pubblici e privati, mense, i volontari ritirano gratuitamente i prodotti prossimi alla scadenza che trovano posto negli scaffali dell’Emporio. Un circuito virtuoso che assicura aiuto, vicinanza e conforto. Concepita come percorso formativo per quattro emittenti televisive (Telepace di Verona e Telepace di Roma, Tv Prato, Teledehon di Andria), che hanno partecipato alla realizzazione dei filmati, Firmato da te è una serie, ideata e diretta da Gianni Vukaj, regista di TV 2000 in collaborazione con il Servizio per la promozione del sostegno economico alla Chiesa cattolica.

Il programma mette in luce il valore della gratuità, tocca la carne viva di ferite che spesso non si vogliono vedere, comprende gli sforzi di una chiesa in uscita, “ospedale da campo” che, anche nell’emergenza, non ha mai smesso di prendersi cura dei più deboli. Ogni anno, grazie alle firme dei contribuenti, si realizzano, in Italia e nei Paesi più poveri del mondo, oltre 8.000 progetti che vedono impegnati sacerdoti, suore e i tantissimi operatori e volontari che quotidianamente rendono migliore un Paese reale, fatto di belle azioni, di belle notizie.

Destinare l’8xmille alla Chiesa cattolica equivale, quindi, ad assicurare conforto, assistenza e carità grazie ad una firma che si traduce in servizio al prossimo. La Chiesa cattolica, ogni anno, si affida alla libertà e alla corresponsabilità dei fedeli e dei contribuenti italiani per rinnovarla, a sostegno della sua missione. Sono tanti i progetti documentati nella serie in onda su Tv2000 e disponibili online sul canale YouTube 8xmille.

Il video può essere condiviso dal canale YouTube 8xmille al seguente link: https://youtu.be/WrEv41XscUk








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-09-2020 alle 18:04 sul giornale del 25 settembre 2020 - 668 letture

In questo articolo si parla di attualità, solidarietà, territorio, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bwVL





logoEV