Urbino: Rubarono duemila quintali di sementi al consorzio Terra Bio, condanne fino a tre anni e mezzo per i ladri

1' di lettura 18/09/2020 - Si è concluso il procedimento penale relativo a una serie di furti di sementi agricole consumati ai danni dell’Azienda Terra Bio di Urbino.

I fatti risalgono alla notte fra il 2 e il 3 ottobre 2015, quando furono rubati circa duemila quintali di sementi, per un valore di circa 500mila euro, presso un magazzino di prodotti agricoli sito sulle Cesane di proprietà della società.

I malviventi, dopo aver forzato il cancello di ingresso, utilizzando le stesse ruspe dell’azienda, avevano caricato su alcuni camion il materiale agricolo, già pronto per la vendita.

La conseguente attività d’indagine, articolata tra Marche, Emilia Romagna, Abruzzo e Puglia, aveva portato all'identificazione di cinque uomini, quattro originari della Puglia e un quinto originario del maceratese, già noti alle forze dell’Ordine.

L’azienda Terra Bio era riuscita a tornare in possesso ed a ricollocare sul mercato la gran parte delle sementi, che già erano state ridestinate alla vendita sotto altri canali e pronte per essere spedite a differenti punti di stoccaggio nel ravennate e nel maceratese.

Lo scorso 11 settembre si è tenuto l’ultimo atto del processo, con la condanna degli imputati a pene comprese fra i due anni e quattro mesi ed i tre anni e sei mesi, più 62.500 euro di spese processuali.

____
Vuoi ricevere le notizie di Vivere Urbino in tempo reale sul tuo smartphone tramite WhatsApp e Telegram?
Per WhatsApp aggiungi il numero 3714499877 alla tua rubrica ed invia il messaggio "Notizie ON".
Per Telegram vai su https://t.me/vivereurbino e clicca su "Unisciti".






Questo è un articolo pubblicato il 18-09-2020 alle 20:16 sul giornale del 18 settembre 2020 - 236 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, urbino, furto, condanne, articolo, antonio mancino, terra bio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bwxC





logoEV