utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Vas Valmusone: "piano di tutela delle acque. Pessima conclusione dell’attività legislativa ed amministrativa del consiglio regionale uscente"

2' di lettura
133

Modifica del piano di tutela delle acque. Pessima conclusione dell’attività legislativa ed amministrativa del consiglio regionale uscente che alla data del 28 luglio, attraverso la commissione competente, ha proposto pesanti modifiche sulla “disciplina dello scarico in pubblica fognatura delle acque reflue provenienti da impianti di trattamento, di tipo biologico e/o chimico – fisico, di rifiuti speciali conto terzi”.

In sostanza si vorrebbero modificare le prescrizioni regolamentari ed i valori limite adottati dalla legislazione vigente. La giustificazione sarebbe data dal fatto che nelle Marche esistono pochi impianti che svolgono attività di trattamento, e per tale motivo molte aziende marchigiane “sono costrette a rivolgersi a terzi per lo smaltimento delle loro acque industriali”.

Quindi si vorrebbe “contemperare l’esigenza di garantire la tutela dell’ambiente e della salute pubblica con quella di soddisfare le esigenze delle centinaia di realtà produttive marchigiane che ricorrono al servizio di trattamento conto terzi degli scarichi industriali prodotti”.

In sostanza, anziché concentrarsi sull’esigenza di rafforzare, incentivare, promuovere l’ampliamento degli impianti che svolgono l’importantissimo ruolo di garantire ai cittadini un’acqua sufficientemente pulita per i vari scopi personali di tipo alimentare e igienico; l’assemblea legislativa prima e la commissione competente poi, scrivono che “possono essere immessi reflui industriali con valori limite di emissione superiori a quelli previsti nella Tabella 3 dell’Allegato 5 alla Parte Terza del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152”.

Al di là di specifiche limitazioni relative a precisi materiali, si va verso un pericolosissimo allargamento delle maglie nei riguardi di una materia estremamente delicata per la tutela della salute dei cittadini.

Si chiede che i vari candidati al consiglio regionale e alla presidenza si esprimano chiaramente in relazione a tale vicenda e che diano inequivocabili rassicurazioni sulla volontà di stracciare quanto scritto sulle proposte dell’Assemblea Legislativa e della Terza Commissione Governo del territorio, ambiente, paesaggio.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-08-2020 alle 09:50 sul giornale del 21 agosto 2020 - 133 letture