La roulette, storia e curiosità su uno dei giochi più amati di sempre

3' di lettura 01/07/2020 - Un gioco, più di qualunque altro, viene associato immediatamente al casinò: la roulette. Essa, di fatto, è diventata il simbolo dell’intera industria dei casinò, in quanto il gioco più noto, per distacco, tra quelli presenti in queste sale. L’elemento contraddistintivo è, senza alcun dubbio, la ruota, che attrae irresistibilmente anche quelle persone che non amano particolarmente questo gioco: la suspance nel vedere dove terminerà la propria corsa la pallina bianca, è a dir poco adrenalinica.

Con oltre due secoli di vita, la roulette è il gioco più antico fra quelli presenti nei casinò di tutto il mondo. Nonostante il tanto tempo passato dalla propria comparsa sulle scene, il fascino magnetico di questo gioco continua a crescere col passare del tempo: nei casinò europei genera il 50% delle entrate relative ai giochi legalizzati. Un dato agli antipodi rispetto alle abitudini degli statunitensi, dove la roulette rappresenta solo il 5% del fatturato del gioco legale.

La roulette: un gioco di tradizione secolare, ma dal fascino intramontabile

Nonostante alcuni pareri discordanti, la maggior parte degli esperti sostiene che il gioco della roulette sia nato in Francia. La testimonianza più lampante, in tal senso, la fornirebbe direttamente la letteratura transalpina. Lo scrittore Jacques Leblée ne parla in un romanzo, “La roulette ou le Jouer”, uscito all’inizio del 1800, in cui l’autore d’Oltralpe utilizza questo gioco per sviluppare il proprio racconto.

Una grossa novità, invece, arrivò dalla Germania. Attorno alla metà dell’ottocento, nel casinò della città di Homburg fu presentata la prima roulette a singolo zero, che era in grado di offrire delle vincite più vantaggiose rispetto alle ruote a doppio zero. L’esempio della sala tedesca fu ripreso, circa due decenni dopo, dal più noto casinò del mondo: anche Montecarlo, con lo scopo di incrementare la popolarità del casinò, rese disponibili le ruote a singole zero.

Giocare legalmente alla roulette, però, non era affatto semplice. E neppure l’avvento del ventesimo secolo sembrava in grado di far invertire la rotta: ad eccezione di Montecarlo e Las Vegas, le sale che consentivano di effettuare puntate legali sulla più celebre ruota del mondo erano praticamente inesistenti. Il gioco, però, era sempre più ricercato ed amato dei giocatori, che erano soliti accedere alle bische clandestine per effettuare le loro puntate.

Dalle sale all’online: aumentano le opzioni di accesso per giocare alla roulette

Un sensibile cambio di rotta avvenne nella seconda metà del secolo scorso: dopo la conclusione della seconda guerra mondiale, moltissimi casinò, grazie ad un atteggiamento più permissivo da parte del legislatore, inserirono il gioco nell’offerta propagata ai propri clienti. Il vero boom, però, si verificò nella seconda metà degli anni ‘60, quando la maggior parte dei casinò mondiali ampliarono l’offerta: oltre alla roulette, era possibile giocare anche a Blackjack, Baccarà e Craps.

Non è semplice, in molti casi, accedere ad un casinò: alcune zone dell’Italia, prendendo spunto dalla dislocazione geografica delle sale nel nostro paese, sono totalmente scoperte. Alcuni decenni or sono, non capitava di rado che alcune mete turistiche, già particolarmente suggestive per le loro bellezze naturali o artistiche, venissero scelte dagli amanti del mondo dei giochi, in quanto fornivano la succulenta opportunità di recarsi al casinò.

Un’abitudine che, col passare del tempo, è venuta un po’ meno, anche se resta presente in alcuni programmi “fai da te” che stila ogni singolo turista. Il fascino del casinò, d’altro canto, resta impagabile ed imbattibile, in grado di regalare una emozioni e vibrazioni uniche.

Grazie alla grande rete telematica, accedendo da qualsiasi device, è possibile rivivere queste sensazioni grazie ai casinò online, che continuano ad aumentare il numero di accessi, a testimonianza di come alcuni giochi siano particolarmente amati dagli italiani. E la roulette, in tal senso, svetta su tutti gli altri.






Questo è un articolo pubblicato il 01-07-2020 alle 11:19 sul giornale del 01 luglio 2020 - 30 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bpwb





logoEV
logoEV