utenti online

Controlli a tappeto sul territorio. Arrestato 47enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

2' di lettura 16/05/2020 - Nel tardo pomeriggio di giovedì, gli agenti dell’Anticrimine e della Squadra volante del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Osimo, diretti dal Commissario Agnese Marinelli, nello svolgere dell’attività di controllo del territorio finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati, hanno arrestato in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti del fidardense,BG, queste le due iniziali, 47enne, trovato in possesso di diverse dosi di cocaina e hashish destinate ad essere cedute ai consumatori di Osimo e Castelfidardo.

Il 47enne, noto alle forze dell’ordine, è stato fermato a bordo della sua auto e trovato in possesso di una dose di hashish nascosta nelle tasche dei pantaloni e di 5 gr di cocaina nascosti negli slip.

A bordo dell’auto sono stati trovati anche rinvenuti 3 pugnali, il cui porto fuori dall’abitazione è espressamente vietato dalla legge, e nascosto nell’imbottitura del sedile lato passeggero un telefono cellulare utilizzato per le telefonate ai clienti e fornitori.

Dalla perquisizione nell'abitazione del 47enne, l'uomo già pregiudicato per il reato di spaccio, è stato trovato all’interno di un tubolare del telaio di un cancello di una scala interna, 9 dosi di cocaina, 7 gr di hashish e 2 dosi di marijuana e la somma di 1200 euro.

Altri soldi, 230 euro, ritenuti provento di spaccio, erano nascosti tra le pagine di riviste riposte in un mobiletto della cucina. Tutto il materiale trovato, pertinente e provento del reato di spaccio, è stato sequestrato e immediatamente convalidato dall’A.G..

Nel pomeriggio di giovedì il 47enne, che ha atteso l’udienza di convalida ai domiciliari, è stato accompagnato presso le aule del Tribunale di Ancona, dove, nel rispetto delle norme per la prevenzione del contagio coronavirus, si è celebrata l’udienza.

Il Giudice ha convalidato l’arresto applicando al reo la misura cautelare degli arresti domiciliari presso la sua abitazione di Castelfidardo; quindi, con il rito direttissimo scelto dal difensore, che ha rinunciato ai termini a difesa, è stato condannato alla pena di mesi 2 e 20 giorni di reclusione e 600 euro di multa per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio nonché all’ammenda di 600 euro per il porto ingiustificato dei coltelli.

Disposta anche la confisca del denaro sequestrato e la distruzione delle sostanze stupefacenti e dei coltelli. Il risultato conseguito dai poliziotti di Osimo è frutto di una assidua attività di prevenzione, proseguita senza soluzione di continuità anche durante il lockdown dell’emergenza sanitaria, affinché alla cittadinanza, già particolarmente provata dalle comprensibili difficoltà portate dalla pandemia, non venisse mai meno la garanzia del bene comune più prezioso: la sicurezza

Con questo spirito di servizio che gli agenti continueranno a vigilare e monitorare il territorio, pronti a reprimere ogni forma di illegalità a tutela delle persone, in particolare di quelle più indifese.






Questo è un articolo pubblicato il 16-05-2020 alle 12:43 sul giornale del 18 maggio 2020 - 827 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, droga, arresto, spaccio, articolo, controllo del territorio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/blOJ





logoEV
logoEV