Una Minoranza Creativa:"tendi la tua mano e mettila al mio fianco".Domenica 19 aprile, II domenica di Pasqua o della Divina Misericordia (ANNO A) (Gv 20,19-31)

1' di lettura 18/04/2020 - Questa domenica, invece di affrontare, come usualmente ci appartiene, l’analisi di un termine estratto dalla Parola di Dio, poniamo l’attenzione su un’espressione contenuta in un versetto, nello specifico Gv 20, 27: «Poi disse a Tommaso: "Metti qui il tuo dito e guarda le mie mani; tendi la tua mano e mettila nel mio fianco; e non essere incredulo, ma credente!».

Partiamo facendo una premessa, talmente banale che quasi tutti ce ne dimentichiamo: Gesù era ebreo; così come ebrei erano gli apostoli. Ed essere ebreo significava vivere, parlare, pensare, relazionarsi da ebreo. Ebbene, quanto appena detto sembra un’inutile quanto incomprensibile e superflua tautologia, ma per il discorso che andremo ad elaborare è necessaria.

Per proseguire nella lettura clicca sul seguente link:https://unaminoranzacreativa.wordpress.com/2020/04/18/tendi-la-tua-mano-e-mettila-nel-mio-fianco/








Questo è un articolo pubblicato il 18-04-2020 alle 17:45 sul giornale del 18 aprile 2020 - 46 letture

In questo articolo si parla di cultura, pasqua, messaggio, articolo, religione cattolica, Fabio Quadrini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bjTh





logoEV
logoEV