Una Pasqua diversa ma solidale. Consegnati Bonus Spese Alimentari a 219 famiglie osimane

3' di lettura 13/04/2020 - E’ certamente stata una Pasqua diversa quella che abbiamo vissuto in questo 2020, fatta di difficoltà e preoccupazioni. L’Emergenza da Coronavirus porta con se molteplici aspetti, certamente il più drammatico quello nel ambito della salute ma a seguire ci sono le conseguenze economiche che mettono in difficoltà molte famiglie.

L’Assessore ai Servizi Sociali di Osimo Paola Andreoni, attraverso la sua pagina social fa il punto della situazione e dichiara: “la solidarietà alimentare è arrivata a casa di 219 famiglie osimane in difficoltà. Si tratta di nuclei che non beneficiano di altri sussidi pubblici o di prestazioni assistenziali che l’emergenza sanitaria ha messo in grandissima difficoltà perché legati principalmente a lavori saltuari, temporanei e stagionali. I primi assegnatari dei Buoni Spesa sono per la maggior parte lavoratori della nostra comunità, privi di ammortizzatori sociali o cassaintegrati, cittadini economicamente danneggiati dall'emergenza sanitaria. Diverse sono donne, prive di altre forme di sussidio e con figli a carico. In totale, ad oggi, sono stati emessi più di 1.100 buoni spesa a famiglie in difficoltà per l'emergenza coronavirus, che vale per questa prima trance circa 60.000 euro, corrispondenti a circa 270 euro di media a famiglia”.

Ad oggi le domande le domande per ricevere il bonus alimentare arrivate in Comune sono circa 500 ed è una cifra in continuo aggiornamento, in totale prima di Pasqua sono state soddisfatte circa il 60% delle domande con l'emissione e la consegna dei Buoni Spesa alle famiglie.

L’Assessore Andreoni si dice soddisfatta di quanto fatto fino ad ora, “aver soddisfatto l'emergenza alimentare e aver permesso a fare la spesa e mettere in tavola quanto occorre per il sostentamento (anche in questi giorni di festività) a 219 famiglie - in poco meno di due settimane - lo considero un "miracolo di Pasqua". Tutto questo grazie all'ufficio politiche sociali e al lavoro poderoso delle impiegate, impiegati e assistenti sociali, con il supporto insostituibile del volontariato osimano: Croce Rossa e La Misericordia che hanno “curato" la consegna domiciliare dei Buoni direttamente alle 219 famiglie osimane in difficoltà. L’emergenza sanitaria sta creando una categoria di nuovi poveri che fino a ieri provvedevano da soli ai propri bisogni e a quelli dei loro cari. Il nostro Comune, con gli uffici dell'Assessorato Servizi Sociali che coordino, è in "prima linea" in questo aiuto che non è solo materiale ma anche di "ascolto" di "prendersi in carico". Tante persone telefonano per avere indicazioni e spesso non sono telefonate semplici da ascoltare. Dall'altra parte della cornetta ci sono storie di chi fino a ieri ti dice non aver avuto problemi economici, ma oggi non sa come mettere insieme il pranzo con la cena, persone che chiedono scusa, persone che chiedono aiuto, persone che mai avrebbero pensato di affacciarsi ai servizi sociali. Non posso non mettere in evidenza che la nostra città ha un pool di operatori nel settore dei servizi sociali che è composto da donne e uomini con una marcia in più. Persone che continuano a lavorare anche per tutto quello che è l'ordinario della macchina burocratica, perché l'ufficio sociale non è solo buoni alimentari! Persone che non perdono mai la pazienza e che io ringrazio infinitamente!!!”

Da martedì si riprende ad esaminare le richieste e soddisfatte se rispondenti ai requisiti stabiliti, continuando l'emissione dei Buoni Spesa Alimentari e di prima necessità a favore dei cittadini colpiti dalla situazione economica determinatasi per effetto dell'emergenza Covid-19.

L’Assessore Andreoni conclude e sottolinea che:” il Comune di Osimo non lascerà, in ogni caso, indietro nessuno. Sono al vaglio anche nuove iniziative per interventi immediati mentre continua incessante la collaborazione con le associazioni Onlus del territorio come La Caritas per la distribuzione anche di generi di prima necessità.”








Questo è un articolo pubblicato il 13-04-2020 alle 18:21 sul giornale del 14 aprile 2020 - 408 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune, famiglie, territorio, assessore ai Servizi Sociali, buoni spesa, articolo, emergenza coronavirus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bjzy





logoEV
logoEV