Palazzo Comunale di Osimo: giovedì 5 dicembre, Coldiretti Marche e Re Stocco, ecco l'oro verde delle Marche. Convegno per fare il punto della situazione sulla produzione 2019

2' di lettura 03/12/2019 - Buono, di qualità e tutto da scoprire. L’olio extravergine di oliva delle Marche sarà il tema al centro di un’interessante tavola rotonda organizzata da Coldiretti Marche in collaborazione con l’Ordine Cultori della Cucina di Mare “Re Stocco” e la Camera di Commercio unica regionale.

Appuntamento giovedì 5 dicembre alle 17.30 nella Sala Maggiore del Palazzo Comunale di Osimo per fare il punto della situazione su un settore che può vantare punte di eccellenza ma che andrebbe sostenuto in un percorso di modernizzazione attraverso un Piano Olivicolo Nazionale, rilanciato con investimenti adeguati e difeso dall’invasione di prodotto estero di dubbia provenienza. Le stime di produzione delle Marche di quest’anno, secondo i dati Ismea, vedono un sensibile aumento medio del 10% rispetto alla campagna olivicola dello scorso anno.

Un dato che supera le 2400 tonnellate, dopo lo scarsissimo 2018. La qualità però è molto alta anche perché gli agricoltori hanno lavorato bene per prevenire le piante dall’attacco della mosca olearia.

Dopo i saluti iniziali del sindaco Simone Pugnaloni e del presidente della Camera di Commercio, Gino Sabatini, apriranno i lavori Bernardo Marinelli, presidente di Re Stocco e Pierluca Federici, presidente dell’Aprol Marche, l’associazione che riunisci gli olivicoltori legati a Coldiretti.

Interverranno Pietro Sandali (Direttore Unaprol), Natale Giuseppe Frega (Univpm), Francesca Raffaelli, biologa nutrizionista e volto noto di trasmissioni tv come Mi manda Rai 3 e l’enogastronomo Gualberto Compagnucci.

Le conclusioni sono affidate alla presidente di Coldiretti Marche, Maria Letizia Gardoni. Ma non finisce qui. Re Stocco, infatti, ha previsto la proclamazione del vincitore della borsa di studio messa in palio in collaborazione con l’Accademia dei Georgofili Sez. Centro-Est, destinata ai neolaureati che hanno discusso la loro testi all’Università Politecnica delle Marche: 2mila euro per la migliore tesi di laurea di primo livello in Scienze Agrarie discussa alla Politecnica. Gran finale con la degustazione di olio extravergine di oliva delle Marche organizzata da Aprol. Area degli allegati






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-12-2019 alle 15:06 sul giornale del 03 dicembre 2019 - 599 letture

In questo articolo si parla di lavoro, agricoltura, coldiretti, aziende, territorio, coldiretti marche, produzione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bdAH





logoEV
logoEV