utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > CULTURA
comunicato stampa

Auser Osimo e Scuola media Trillini insieme per il progetto Orto

2' di lettura
1172

L’Auser, l’associazione di volontariato osimana, collabora con la scuola media Trillini da tre anni per il progetto Orto della Scuola Secondaria di Primo Grado Giacomo Leopardi presso l’ex seminario. Attualmente il volontario Auser che svolge le attività di mattina con i ragazzi è Nello Giannini, che ha concretizzato il suo auspicio, cioè di rendere l’orto della scuola un giardino. Detto fatto…

Chiunque voglia infatti affacciarsi ad osservare la cura e la precisione con cui è tenuto l’orto, avrà modo di constatare quanto impegno e dedizione c’è per arrivare ad una situazione simile. I ragazzi, con Nello, hanno la possibilità di capire realmente quanta serietà e intelligenza sia necessaria anche nella coltivazione degli ortaggi che poi degusteranno. C’è una tecnologia antica, insostituibile da qualsiasi mezzo, che i ragazzi apprendono.

Ora, dopo il raccolto invernale, ci si accinge alla piantumazione e semina dei prodotti estivi come pomodori, melanzane, zucchine, girasoli, zucche gialle… ed altro. Nel frattempo stanno maturando i piselli e si stanno raccogliendo le buonissime fave che i ragazzi stanno apprezzando.

Professori e professoresse hanno raccontato che addirittura alcuni ragazzi non le avevano mai assaggiate. La collaborazione dell’Auser a questo progetto è fondamentale in quanto senza l’aiuto del volontario le docenti non potrebbero garantire la adeguata preparazione tecnica per gestire una situazione tanto complessa, come quella di un orto didattico.

Grazie al presidente, Carlo Sorpino, a Nello e a tutti coloro che in questi anni hanno creduto in questo percorso altamente educativo per i nostri ragazzi. Vederli tornare a casa felici per aver raccolto insalata, cicoria, broccoli o altro è incredibilmente bello.

Così riusciranno ad apprezzare la qualità del cibo sano, del lavoro che c’è dietro un piatto di verdure, già prima che la mamma l’abbia cucinato, e di quanto sia importante il rispetto per la terra e per la natura





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2019 alle 07:08 sul giornale del 30 aprile 2019 - 1172 letture