utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Osimo Civica per riportare al centro il cittadino. Amministrative in città: "una lista civica vera e reale, impegnata a far valere le esigenze disattese degli osimani"

5' di lettura
2931

In occasione delle prossime elezioni amministrative del 26 maggio si è costituita la lista Osimo Civica che fa capo a Monica Santoni. Si tratta di un movimento nuovo, composto da persone non politiche, ma interessate a migliorare la propria città: una Osimo che deve essere civica, cioè più attenta al cittadino ed alle sue esigenze, capace di fornire servizi efficienti e di valorizzare le proprie eccellenze che finora non sono state gestite al meglio.

Osimo Civica vuole rappresentare un’alternativa alla politica delle chiacchiere perché questo è il momento in cui servono fatti concreti. È una lista giovane e dinamica ritrovatasi unita per il marcato senso di civismo che ispira ogni componente. Lo scopo principale che accumuna queste persone è la volontà tesa a gettare le basi per una buona amministrazione di Osimo.

Ci presentiamo come vera e reale lista civica, non a caso abbiamo anche scelto come colore distintivo il fucsia che non è riconducibile ad alcun partito o area politica. I problemi devono essere risolti con il buonsenso e ascoltando i cittadini.

L’ascolto è mancato negli ultimi anni, soltanto confrontandosi continuamente con i cittadini si possono conoscere i problemi che affliggono la città e provare a risolverli o magari si prende coscienza che quanto fatto era sbagliato e che quindi si deve ritornare sui propri passi pur di fare le cose per bene.

Non ci si deve arroccare mai sulle proprie posizioni o sui diktat del proprio partito perchè prima di tutto vengono Osimo e gli osimani. La percezione di sicurezza nella nostra città ha raggiunto livelli preoccupanti soprattutto nelle frazioni.

A livello di servizi Osimo si è vista privata dell’Inps, del giudice di pace, ma cosa assai più grave di un ospedale davvero funzionante. Una priorità per qualsiasi amministrazione dovrebbe essere il settore dei servizi sociali che ha avuto un deciso peggioramento con la società preposta più impegnata ad allestire eventi che a garantire prezzi e servizi consoni alle famiglie.

Per quanto riguarda le infrastrutture Osimo è rimasta ferma a molte promesse. La torre civica, simbolo della città, è in attesa di essere ristrutturata definitivamente così come il loggiato del comune ed il mercato coperto.

Altri comuni limitrofi negli ultimi 5 anni sono riusciti a risistemare la propria torre, il palazzo comunale e persino il teatro, mentre sulla testa della platea della Nuova Fenice padroneggia una rete pronta a prevenire qualsiasi caduta di parti del soffitto.

Non si può correre ai ripari negli ultimi mesi quando ormai è troppo tardi. L'amministrazione uscente, disattendendo gli impegni assunti in campagna elettorale, ha avviato un processo di privatizzazione dei servizi pubblici legati alla distribuzione e vendita dell'energia con la conseguente perdita della governance da parte del territorio e con ricadute negative per i cittadini osimani che già sono tangibili.

Convinta che i compiti di regolamentazione sulla fornitura delle public utilities è più efficiente se sono esercitati nei confronti di un gestore pubblico, Osimo Civica si impegnerà: a valorizzare le partecipazioni pubbliche delle nostre Aziende Locali sviluppando sinergie tra il sistema del ciclo integrato dei servizi idrici e il sistema dell'igiene urbana; a promuovere sinergie e maggiori economie di scala e di area vasta, ottimizzando tutte le risorse impiegate per garantire servizi più efficienti e competitivi, operando per la tutela dell'ambiente, del territorio e della sua sostenibilità; a recuperare la governance del territorio nei settori aperti alla concorrenza per il mercato, come ad esempio quello della distribuzione e della vendita del gas; ad attivare concreti strumenti di sostegno alle famiglie in difficoltà nel pagamento delle fatture, ribadendo così la responsabilità sociale delle Aziende partecipate anche quando operanti nell'ambito del mercato libero. Saremo molto attenti nei confronti del movimento sportivo osimano che svolge anche un importante ruolo formativo e sociale.

Vogliamo ridare voce ai nostri giovani che non hanno adeguati spazi di ritrovo e agli anziani che devono poter usufruire dei servizi delle case di riposo a prezzi più contenuti e rivolgersi ad un vero ospedale di comunità, piuttosto che ad una struttura in attesa di essere smantellata.

La situazione del traffico non si risolve realizzando ex novo la variante a nord e buttando all’aria un progetto in gran parte realizzato perché fatto da chi ci ha preceduto. Tutto questo non rappresenta un buon modo di amministrare, così come voler scaricare sempre le colpe di ciò che non va su chi ci ha preceduto.

Quando si assume una carica si ha la forza ed il peso per poter fare qualcosa di concreto e se non lo si è fatto probabilmente non si è lavorato in maniera adeguata. Per questo motivo Monica Santoni ed Osimo Civica, dopo un attento confronto con alcuni candidati a sindaco, hanno deciso di sostenere Dino Latini, che ha da tempo avviato un deciso rinnovamento all’interno delle Liste Civiche dando spazio ai giovani e a nuove idee.

Forte dell’esperienza maturata alla guida di Osimo quando era sindaco, così come fece allora cambiando volto alla città, siamo sicuri che potrà farlo a partire dal 26 maggio con il contributo di forze ed idee fresche come quelle proposte dal nostro movimento.

Il nostro impegno sarà rivolto alla risoluzione delle problematiche che colpiscono Osimo e gli osimani. Cercheremo di far comprendere ad ogni osimano l’intenzione di migliorare Osimo perché vogliamo una città più sicura, decorosa, turistica, ecologica, pulita, efficiente, funzionale e che sappia ascoltare. Saremo con i cittadini perché Osimo, Prima non è un semplice slogan, ma un modo di fare!



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2019 alle 15:59 sul giornale del 11 aprile 2019 - 2931 letture