utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > CULTURA
articolo

Il Lions Club Osimo festeggia 39 anni

2' di lettura
1514

“Trentanove anni, ma non li dimostra, perché il Club è sempre attivo e vivace”-così ha esordito la Presidente del L.C. di Osimo Giuseppina Santa Virgili,nella sala del Palazzo Carradori a Montefano,salutando il Governatore Maurizio Berlati,gli ospiti e i soci del Club. Domenica 24 marzo,é stata una giornata che ha messo in luce quanto sia importante per un Club Lions l’affiatamento tra i membri del Direttivo e il Presidente che ha ribadito il concetto del “lavorare insieme “ per poter raggiungere gli obiettivi del programma,grazie all’impegno e alle capacità di ciascuno, al servizio dei più bisognosi.

E il risultato di tale successo è stata la comunicazione ,da parte del Governatore Berlati, della concessione di tre riconoscimenti prestigiosi al Club in occasione del Centenario del L.C.I. Un battimani caloroso ha accolto la notizia,espresso dai soci che hanno ricevuto i complimenti degli ospiti nelle persone del Segretario Distrettuale Cortesi, del Cerimoniere Distrettuale Margotti,del Presidente di Zona della 3° Circoscrizione Firetto,del PDG Simonetti , dei Presidenti dei Clubs di Recanati Loreto, di Matelica,e di Ancona Colle Guasco.

Per dare più lustro a questa giornata celebrativa, c’é stata la presentazione del nuovo Socio Luca Marchegiani,grande appassionato di fotografia naturalistica , impegnato nel sociale e la premiazione della vincitrice del Concorso “Un poster per la pace”, riconoscimento consegnato alla famiglia di Elena Micozzi della Classe II° della C.Giulio Cesare di Osimo.

La Presidente Virgili ha poi evidenziato anche la collaborazione con gli altri Clubs,come la Festa di Carnevale organizzata da Ancona Colle Guasco e Castelfidardo Riviera del Conero per la raccolta fondi per la Fondazione, il Concerto / Spettacolo “Tributo ai Queen” che ha visto il tutto esaurito al Teatro la Nuova Fenice di Osimo.

“I risultati positivi raggiunti- così ha continuato la Virgili- non ci distolgono però dal realizzare programmi sempre più impegnativi anche a livello mondiale,perché noi facciamo parte di una grande organizzazione internazionale, formata da persone che credono in un ideale di servizio verso i meno fortunati e coraggiosamente affrontano i loro problemi”.

Non finisce qui: una nuova sfida spetta però al Club :a maggio deve presentare a Roma il programma per il Congresso Città Murate ,dove Osimo riceverà l’investitura ufficiale, per essere celebrata Città Murata nel 2020,è una opportunità che non può mancare per il prestigio del Club,per la promozione della nostra città e della nostra regione.



Questo è un articolo pubblicato il 06-04-2019 alle 17:26 sul giornale del 08 aprile 2019 - 1514 letture