utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > CULTURA
articolo

Inaugurata venerdì la Mostra "dalle strade al museo" che vede esposte le opere di Banksy

2' di lettura
627

È stata inaugurata nella giornata di venerdì, nella sede di Palazzo Campana la quarta Mostra che l’Amministrazione Pugnaloni ha organizzato nel circuito culturale della città di Oismo, dedicata al più attualmente famoso famoso writer inglese Banksy.

Un evento di grande importanza, quello che vedrà esposte dal 29 marzo al 7 luglio nelle stanze di Palazzo Campana 30 opere del più quotato artista di graffiti che la scena artistica offre in questo momento, opere che raccontano il nostro oggi combinando un umorismo oscuro con graffiti eseguiti con la tecnica dello stencil.

Le sue opere, sono murales di critica politica e sociale che appaiono su strade, mura e ponti di città in tutto il mondo. Presenti all’inaugurazione tutte le importanti cariche del territorio e le personalità che hanno contribuito a rendere possibile l’esposizione, tra cui: il Sindaco Pugnaloni, l’assessore alla cultura Mauro Pellegrini, gli assessori della maggioranza, la presidenza di Palazzo Campana Matteo Biscarini, Elisabetta Leonardi per la fondazione “Don Carlo Grillantini, Pietro Folena, presidente di “Metamorfosi” e Massimiliano Polacco, direttore della Confcommercio Marche centrali ed i curatori della Mostra Gianluca Marziani e Stefano Antonelli.

La parola al curatore Marziani che ha spiegato come “Il lavoro di Banksy nasce nato nella scena underground di Bristol, di come l’artista mostra la propria arte su superfici pubblicamente visibili, Banksy è considerato uno dei maggiori esponenti della street art, l’artista, trova espressione nella dimensione stradale e pubblica dello spazio urbano, realizzando pezzi che documentano la povertà della condizione umana. Le sue opere con un taglio ironico e satirico trattano tematiche dei nostri tempi dalla guerra all’inquinamento.

“Entusiasta e soddisfatto di quanto fatto finora, anche nel settore del turismo e della cultura” sono state le parole utilizzate dal Sindaco Pugnaloni nel suo intervento, che ha sottolineato come questo circuito di Mostre attivate durante la sua amministrazione siano importanti non solo dal punto di vista della cultura ma anche come volano per il circuito turistico della città.

Anche l’intervento dell’assessore alla cultura Pellegrini è stato volto a sottolineare l’importanza di questo evento anche nelle ricadute sul territorio dal punto di vista del binomio cultura e turismo, ponendo l’accento su come questa Mostra abbia un’evidenza a livello nazionale non da sottovalutare.

Molti i partener della Mostra, imprenditori del territorio e partner etico la Lega del filo d’oro, con una formula che prevede che per ogni biglietto venduto, 50 centesimi saranno devoluti all’associazione. Costo del biglietto intero otto euro, ridotto sei; attivato anche il circuito virtuoso che prevede con il biglietto della mostra si può visitare una delle grotte del sistema ipogeo a quattro euro. Tante quindi le iniziative collegate a questo grande evento culturale, anche un concorso dedicato solo i visitatori che potranno scoprire all’interno della mostra.





Questo è un articolo pubblicato il 01-04-2019 alle 14:53 sul giornale del 02 aprile 2019 - 627 letture