utenti online

Italia Nostra protegge la" Quercus Pubescens”

1' di lettura 30/03/2019 - Durante i lavori di sistemazione e riqualificazione dell’area archeologica di Fonte Magna,la società AR.ES ha ricevuto l’incarico dal Comune di Osimo, di fare un’analisi della stabilità della bellissima Quercia secolare situata nei pressi della fonte romana, la cui chioma esposta al sud presenta una branca segnata da un’ampia ferita, causata da un pregresso sbrancamento.

Nel mese di ottobre il Comune ha pagato un esame tomografico a livello del colletto,avvalendosi della società soprannominata in collaborazione del Dott. Agr. Giovanni Morelli.

La prova strumentale ha evidenziato la sostanziale integrità dei tessuti legnosi alla base dell’albero. Italia Nostra,. che ha coadiuvato il Comune nella riqualificazione di Fonte Magna, con la progettazione della sistemazione della fonte per opera dell’Arch. Cristina Antonelli, membro del Direttivo di Italia Nostra, e la collaborazione di detta società, nel mese di dicembre ha sovvenzionato un’indagine integrativa per sondare la consistenza del legno corrispondente alla grossa ferita.

Benché la tomografia abbia dato esito positivo,i risultati strumentali impongono un controllo annuale per verificare lo stato del brancone segnato da una ferita aperta,la cui analisi sarà effettuata da un penetrometro elettronico.

La salute di questo nobile albero verrà monitorata e affidata a “tree climber” esperti e Italia Nostra veglierà sulla stabilità della quercia per verificare periodicamente il suo stato di salute e per poter fare un accurato piano di gestione della pianta nel futuro,affinché venga tutelata nel migliore dei modi,per quanto riguarda il tipo d’intervento da effettuare e per meglio conoscere i punti di vulnerabilità e la capacità di guarigione della mitica quercia








Questo è un articolo pubblicato il 30-03-2019 alle 08:02 sul giornale del 30 marzo 2019 - 738 letture

In questo articolo si parla di ambiente, attualità, alberi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/a5Wh





logoEV
logoEV