utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > SPORT
comunicato stampa

Atletica: Cadetti, Marche seconde con due vittorie

3' di lettura
608

L’entusiasmo di tanti giovani al Palaindoor di Ancona per un’altra giornata di sport, dedicata stavolta agli atleti under 16 nella nona edizione del Trofeo “Ai confini delle Marche”. Un appuntamento ormai tradizionale, con il confronto tra rappresentative regionali cadetti e la vittoria del Lazio.

Si comportano bene i padroni di casa delle Marche, al secondo posto nella classifica finale grazie a due successi individuali e un totale di dieci piazzamenti da podio, oltre a un gran numero di record personali.

Applausi nel lungo per Matteo Ruggeri (Sef Stamura Ancona), autore di una gara formidabile in cui migliora due volte il record regionale indoor di categoria con 6.51 al terzo salto e poi 6.52 al quarto e ultimo tentativo, dopo essere già atterrato al personale di 6.23 nel secondo turno.

Battuto uno storico primato, il 6.42 di Roberto Tronelli datato 1983. Bella vittoria anche per la mezzofondista Serena Frolli (Atl. Osimo), protagonista a livello nazionale nella scorsa stagione con il quarto posto tricolore sui 1200 siepi, davanti a tutte nei 600 metri firmando il personal best di 1’39”86.

Sulla pedana del triplo cresce ancora Francesca Cuccù (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), seconda per incrementare di nuovo il suo record marchigiano under 16 in sala, a cui aggiunge 17 centimetri con 11.71.

Arrivano poi ben sette terzi posti, tutti di sostanza: riescono infatti a centrare il personale la lunghista Eleonora Fazi (Sport Atl. Fermo) che salta 5.21, Lucia Lamura (Sef Stamura Ancona) sui 3000 di marcia in 16’53”74, nel tetrathlon Filippo Iurini (Atl. Osimo) con 2415 punti grazie al brillante successo parziale nei 1000 metri di chiusura e Ambra Compagnucci (Atl. Avis Macerata) a quota 2566.

Sul terzo gradino del podio anche Sofia Coppari (Atl. Fabriano) con 10.85 nel peso e le staffette 4x200 metri: Matteo Ruggeri (Sef Stamura Ancona), Davide Orlando (Sef Stamura Ancona), Alessandro Giacometti (Atl. Fabriano) e Lorenzo Travaglini Acquaviva (Asa Ascoli Piceno) in 1’38”21, al femminile Sabrina Salvatori (Asa Ascoli Piceno), Meskerem Paparello (Atl. Ama Civitanova), Beatrice Polenta (Sef Stamura Ancona) e Chiara Menotti (Pol. Montecassiano) con 1’47”87.

Notevoli anche le prove da quarta posizione di Davide Orlando (Sef Stamura Ancona), 23”90 sui 200 metri, Daniele Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese) con 8”81 nei 60 ostacoli, Tommaso Boriani (Sef Stamura Ancona) salito a 3,25 nell’asta e del marciatore Pietro Lombardi (Sef Stamura Ancona), 16’25”50 nei 5000 metri, tutti al record personale, ma coglie lo stesso piazzamento l’astista Claudia Boccaccini (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) con 2.60.

Decisivo per il risultato finale lo spirito di squadra messo in campo da tutti gli atleti e simboleggiato dal mezzofondista Filippo Sanna (Sef Stamura Ancona), sesto nei 600 metri a un soffio dal personale con 1’33”05, nonostante una caduta in partenza.

Nella classifica della manifestazione, che si conferma un’importante occasione di confronto per questa fascia di età, al secondo posto la rappresentativa delle Marche guidata dal fiduciario tecnico regionale Robertais Del Moro precede le squadre di Puglia, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Abruzzo, Trentino, Umbria e Molise, con presenze individuali anche da Basilicata, Piemonte, Sardegna, Toscana e Veneto.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-03-2019 alle 16:30 sul giornale del 05 marzo 2019 - 608 letture