utenti online

TARI: la narrazione fantasy di Pugnaloni. Il M5S smaschera il trionfalismo dell'amministrazione

2' di lettura 28/02/2019 - Gli annunci trionfalistici del sindaco sulla diminuzione della TARI ad Osimo per il 2019 confermano la narrazione fantasy, (ma sarebbe meglio dire horror) da parte di Pugnaloni dell'intera vicenda degli accertamenti del 2017, che è invece ben diversa.

I metodi “bulleschi” e la valanga di accertamenti con cui più di 250 piccole e medie imprese osimane si videro recapitare cartelle anche per decine di migliaia di euro per presunta evasione dall’anno 2012 in poi, furono assolutamente fuori luogo.

E le dichiarazioni “recidive” di questi giorni di Pugnaloni lo sono altrettanto. Il Pd, che governa Osimo, dovrebbe poi adottare seriamente la strategia “Rifiuti Zero” come stiamo suggerendo noi del Movimento 5 Stelle da ormai sette anni!

E allora altro che 3,2%, la diminuzione della TARI sarebbe veramente significativa. Invece la favoletta che il nostro primo cittadino si ostina a raccontare è quella che nel 2019 i contribuenti osimani potranno beneficiare di una riduzione del 3,2% grazie al recupero delle imposte dalle “aziende cattive” che avrebbero evaso negli anni scorsi la TARI.

Tutti però ricordiamo che quelle aziende alla fine del 2017 ricevettero accertamenti con richieste da capogiro per un cumulo di 5 anni consecutivi. Il M5S è per la legalità ed è per tenere sempre un comportamento onesto (anche intellettualmente), non solo da parte dei contribuenti. E’ giusto pagare le tasse tra cui tributi come la Tari, ma c'è modo e modo.

Sempre il PD che oltre ad amministrare Osimo, governa in Provincia e in Regione, ha sperperato i soldi dei contribuenti (anche di quelle 250 aziende osimane) per tentare improbabili acrobazie giuridiche come il consorzio Multiservizi-Ecofon per la gestione dei rifiuti in ATA2 già sonoramente bocciato dalla giustizia amministrativa (sia dal TAR che dal Consiglio di Stato). Infine vorrei ricordare a Pugnaloni che non basta fare la differenziata al 75%, come vanta lui, se poi non riesce a ottenerne i relativi vantaggi.

Ce lo dice solo in consiglio comunale per farci contenti oppure la cominciamo ad adottare seriamente questa benedetta strategia “Rifiuti Zero”? Ah, dimenticavo: poi con una gestione trasparente e davvero efficiente che abbassa la tariffa ai cittadini, che fine farebbe il bancomat dei partiti?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2019 alle 21:04 sul giornale del 01 marzo 2019 - 1111 letture

In questo articolo si parla di attualità, opposizione, rifiuti, politica, osimo, sindaco, comune, tassa, Movimento 5 Stelle, Movimento 5 Stelle Osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/a4M6





logoEV
logoEV