utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > CULTURA
comunicato stampa

Al via l'iniziativa "HELP COMPITI!" all' IIS Laeng Meucci nella sede di Osimo

2' di lettura
919

Ha preso il via con successo il Progetto extrascolastico Help compiti! promosso e attivato per la prima volta in via sperimentale dall’Istituto d’Istruzione Superiore Laeng Meucci – sede di Osimo a partire dal 5 febbraio fino alla fine dell’anno scolastico.

Si tratta di un servizio gratuito di doposcuola che si propone di seguire i ragazzi nello svolgimento dei compiti e di aiutarli laddove trovino difficoltà nelle materie scolastiche. E’ rivolto agli studenti del biennio del Laeng e agli alunni delle Scuole Medie di Osimo che ne facciano richiesta.

Essi vengono seguiti da docenti dell’Istituto e da alunni tutor pronti ad affiancare gli studenti in modalità peer to peer. Gli incontri si stanno svolgendo nella sede del Laeng nei pomeriggi di martedì e giovedì con cadenza settimanale per la durata di due ore, dalle ore 13:45 alle ore 15:45.

Le discipline coinvolte sono Italiano, Storia, Geografia, Lingua Inglese, Scienze, Fisica e Matematica. Si comincia con la modalità dell’affiancamento, per poi lasciare il ragazzo a uno studio autonomo e personale, sempre sotto la costante supervisione dei docenti pronti a fornire chiarimenti, scogliere dubbi e dare a ciascuno le opportune strategie operative secondo le proprie esigenze.

Questo progetto si pone come valido supporto alle famiglie e soprattutto come preziosa opportunità per i ragazzi . In esso il gruppo acquista grande importanza per il suo valore aggiunto poiché i ragazzi al suo interno si confrontano, si motivano e sperimentano il senso dell’aiuto, della solidarietà e dell’appartenenza, superando più facilmente le difficoltà e quegli stati di ansia emotiva che spesso agiscono da freno.

Le due ore rappresentano pertanto una concreta opportunità di aggregazione, di impegno e di piacere. La scuola, spesso percepita dai ragazzi come luogo di fatica e di doveri, si riconferma come luogo di crescita personale in cui ci si può sentire liberi di fare domande, di non sentirsi giudicati e in competizione, di provare il piacere dello studio e di essere valorizzati nella propria singolarità.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2019 alle 15:51 sul giornale del 22 febbraio 2019 - 919 letture