utenti online

Liste Civiche:"tanti soldi e pochi computer, troppi soldi per nuovi uffici, cene e parate forzate"

2' di lettura 12/12/2018 - 100 mila euro per 20 computer. Pochi? Diranno che hanno implementato pure l'esistente (che hanno ereditato e quindi c'era), ma la straordinaria irresistibile innovazione telematica spaziale giga robot promessa dall'amministrazione comunale e dal consigliere delegato si è rivelata poco più di uno strapuntino della decantata digitalizzazione del Comune.

Come al solito, alle roboanti sparate di rivoluzioni copernicane a cui l'amministrazione pd+sinistra+destra+m5s ci ha abituato segue un parto di topolini. Ci spiegheranno in mille modi che gli acquisti fatti faranno cambiare da così a così il Comune come mai successo prima.

In effetti, dalle critiche che emergono sempre di più dal palazzo comunale anche per l'acquisto senza capo nè coda di un po' di attrezzatura informatica di cui nessuno o quasi degli impiegati comunali e utenti vede l'efficacia, il Comune è decisamente cambiato: in peggio.

Soldi buttati per accontentare il mantenimento della maggioranza ed evitare la fine anticipata del mandato. La digitalizzazione verrà realizzata dalla nostra amministrazione, con pochi e decisivi investimenti, che però raggiungeranno i cittadini e alleggeriranno tempi di attesa per risposte e rilascio di documenti.

Altra bugia: via Santo Stefano è stata asfaltata nel 2006 unitamente a via del Fosso:12 anni fa. Niente assenza di asfalto da decenni e decenni, come ha sparacchiato malamente Pugnaloni.

Con una differenza: ora via Santo Stefano è stata asfaltata per un tratto, allora tutta, unitamente alle strade circostanti. Tanto, ma proprio tanto, hanno invece speso all'Astea per fare i nuovi uffici. Si parla di mezzo milione di euro. Gli stessi dipendenti ci dicono che è troppo. Serviva rifare gli uffici quando quelli che c'erano erano quasi nuovi?

No, solo manie di grandezza come l'eccesso di personale per nascondere la verità di una società che è stata ridotta della metà, sono stati dismessi due servizi e molto altro. Per noi contano porte aperte ai cittadini e uffici sempre disponibili, invece che serrati a 4 mandate.

Infine, tenete duro dipendenti delle società che dovete andare alle cene. Non sarà più così. Basta parate natalizie forzate e paura per chi non va di essere tacciato di dissenso. Le società daranno aiuto a chi ha bisogno, e sarà tutelata la libertà di scelta dei dipendent






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-12-2018 alle 15:22 sul giornale del 12 dicembre 2018 - 394 letture

In questo articolo si parla di politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/a2nA





logoEV
logoEV