Osimo: CasaPound all'attacco sui centri di accoglienza a Passatempo

1' di lettura 17/11/2018 - Con un comunicato stampa, i militanti osimani del movimento CasaPound Italia, denunciano la situazione che si è venuta a creare con l'accoglienza dei migranti in frazione Passatempo.

“Avevamo prospettato che la situazione si sarebbe fatta inevitabilmente pesante - attacca nella nota Giorgio Magi, esponente locale del movimento - ; d'altronde abbandonare oltre 30 presunti profughi in una frazione di neanche duemila abitanti non avrebbe potuto sortire un esito diverso. Sono già diverse le segnalazioni che ci sono giunte sui problemi di ordine pubblico che alcuni soggetti starebbero creando a Passatempo, tra schiamazzi e scene di ubriachezza molesta nei luoghi pubblici della frazione”.

“Non possiamo limitarci - continua Magi - a sperare che certe situazioni spiacevoli non si presentino più e che non accada niente di più grave come leggiamo anche nelle cronache locali di questi giorni. Pertanto chiediamo che l'Amministrazione comunale si impegni da subito a vigilare sulla frazione, dando ascolto alle lamentele dei cittadini e non sottovalutando i possibili effetti di una situazione che rischia di diventare esplosiva”.

“Tuttavia, la soluzione secondo CasaPound - conclude Giorgio Magi - è quella che abbiamo sempre prospettato: l'uscita incondizionata dal progetto Sprar e la chiusura dei centri di accoglienza su tutto il territorio comunale, in particolar modo a Passatempo dove uno di questi è gestito dalla cooperativa GUS, ormai sempre più sulle pagine di cronaca per motivi che esulano dalla questione accoglienza, ma per i motivi giudiziari che ben conosciamo”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-11-2018 alle 08:14 sul giornale del 19 novembre 2018 - 4836 letture

In questo articolo si parla di politica, migranti, accoglienza, frazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a1uk





logoEV
logoEV