Mariani(Capogruppo Gruppo Misto): "Raccolta fondi a favore di Samuel, il tutore c’è, ed ha pieni poteri.Il Sindaco non ha più motivo di trattenere quei soldi nelle casse comunali"

2' di lettura 01/11/2018 - Dopo le recenti dichiarazioni del Sindaco ho deciso di rivolgermi al Giudice Tutelare di Chieti. Nell’esclusivo interesse del piccolo Samuel, ma anche per doveri istituzionali e civici, attraverso il legale che ha seguito il caso e che si era fatto promotore della raccolta, avv. Paolo Mengoni, che ringrazio, ho chiesto al Giudice se vi erano limitazioni di qualunque natura a che il Comune di Osimo potesse provvedere al trasferimento della somma ricavata con la raccolta fondi a favore del piccolo Samuel.

Infatti, visto il lungo tempo trascorso dal termine della raccolta (un anno e mezzo) e la mancata consegna del denaro al bambino, un contribuente ha chiesto ed ottenuto dal Comune la restituzione della somma versata.

Ciò costituisce un grave pregiudizio per il minore che in questo modo e senza sua colpa, vede diminuire la consistenza del contributo raccolto a suo favore. Per di più la notizia potrebbe essere contagiosa. Altri donatori potrebbero chiedere la restituzione di quanto versato con il rischio concreto di vedere depauperata la somma raccolta con grave pregiudizio per il tutelato.

Il Giudice Tutelare, con grande disponibilità, ha dato subito riscontro alla mia richiesta, chiarendo che “ad oggi nessuna somma è stata posta a liquidazione del minore e per esso al tutore provvisorio che è nella pienezza dei suoi poteri/doveri.” Il Giudice ha sciolto ogni dubbio: il tutore c’è, ed ha pieni poteri.

Il Sindaco non ha più motivo di trattenere quei soldi nelle casse comunali. E’ per questo che ieri ho chiesto al Sindaco di procedere in tempi brevi al trasferimento dei fondi raccolti a favore di Samuel. In caso contrario il Sindaco ed i dirigenti comunali dovranno rispondere per l’indebita custodia di danaro destinato ad un minore.

Ora sorge spontanea una domanda: Può il Giudice aver dato al Sindaco una risposta diversa da quella fornita alla scrivente? Riporto integralmente le affermazioni del Giudice: “Nessuna somma è stata posta a disposizione del minore, e per esso al tutore provvisorio, che è nella pienezza dei suoi poteri/doveri fino alla nomina del tutore definitivo e/o alla cessazione della tutela per raggiunta maggiore età o altro”.


da Maria Grazia Mariani 
      Capogruppo Gruppo Misto Osimo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-11-2018 alle 20:51 sul giornale del 02 novembre 2018 - 721 letture

In questo articolo si parla di politica, donazioni, tragedia, raccolta fondi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aZZn





logoEV
logoEV