Italia Nostra: "No alla mini sanatoria edilizia nella nostra regione terremotata"

Camerino terremoto 1' di lettura 26/10/2018 - Si apprende che due parlamentari della nostra regione abbiano presentato emendamenti al Decreto Genova, in particolare sul “sisma 2016”, per introdurre la sanatoria degli abusi edilizi anche nelle nostre zone del terremoto, come previsto per Ischia.

Minimizzare la cosa parlando di mini sanatoria, cose di piccola entità, aumenti di volumetria nell’ambito del piano casa, vuol dire in verità: violare le leggi n.724/94 e n.326/03, autorizzare la ricostruzione di pezzi di casa abusiva che possono arrivare fino al 40% della volumetria legale, far passare per “fessi” i cittadini che rispettano la legge e tradire l’impegno assunto a favore del rispetto delle leggi.

Il Consiglio Regionale Marche di Italia Nostra segnala alla opinione pubblica tale disinvolto comportamento dei parlamentari in questione e denuncia come, con il provvedimento in discussione, si vorrebbe calare una pietra tombale su tutti gli abusi perpetrati permettendo una sanatoria generalizzata degli ampliamenti illegali, talmente illegali che non sono stati sanati in precedenza, anche perché probabilmente non rilevati da chi doveva controllare e non richiesti dagli stessi abusivi.

Italia Nostra è vicina alle esigenze della popolazione alle prese con gli enormi ritardi della ricostruzione che richiederebbe una più puntuale valutazione urbanistica delle situazione che si è avvenuta a creare e non invece di interventi generalizzati ed indiscriminati.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-10-2018 alle 10:30 sul giornale del 27 ottobre 2018 - 1081 letture

In questo articolo si parla di attualità, italia nostra, italia nostra marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZMZ