utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > CRONACA
articolo

Osimo: operazione Estate sicura, serrati controlli sul territorio

3' di lettura
2004

I militari della radiomobile osimana e della locale Stazione, nel continuo ed incessante controllo del Territorio hanno effettuato quattro importanti interventi. Nel pomeriggio del 28 luglio u.s., hanno arrestato in flagranza di reato per il reato di evasione, un uomo, M.Z., queste le sue iniziali, 39enne, nato in Marocco, in atto sottoposto al regime degli arresti domiciliari in Castelfidardo, coniugato, nullafacente, pluripregiudicato.

L’uomo è stato sorpreso in flagranza di reato dai militari della Aliquota Radiomobile in turno, nel corso dei controlli di routine dei soggetti sottoposti a misure cautelari alternative e alla detenzione carceraria, fuori dalla propria abitazione intenzionato ad allontanarsi con la propria autovettura Toyota Corolla, per recarsi a Trodica di Morrovalle e raggiungere la propria compagna ivi domiciliata, per poter trascorrere un weekend romantico, in spregio alle leggi e alla magistratura.

L’uomo, prontamente bloccato, è stato ammanettato e condotto presso la Compagnia osimana per le formalità di rito. Su disposizione dell’A.G. procedente, il pregiudicato marocchino è stato trattenuto e recluso presso la camera di sicurezza del Comando osimano in attesa del rito direttissimo da tenersi nella giornata di lunedì.

Alle ore 12:00 di lunedì, nel corso dell’udienza direttissima presso la sede del Tribunale di Ancona, il giudice ne convalidava l’arresto disponendo nuovamente l’accompagnamento e la reclusione in regime di detenzione domiciliare presso la propria abitazione di Castelfidardo, ponendo fine ad ogni proposito velleitario di romanticismo.

I carabinieri di Osimo hanno denunciato per il reato di guida in stato di ebrezza alcolica un giovane, L.M., nato ad Ancona e residente Camerata Picena, 18enne, celibe, studente, incensurato. Il giovane, fermato e controllato ad un posto di blocco lungo la via Litoranea in località Marcelli di Numana, alla guida del proprio motociclo, in evidente stato di ebrezza alcolica, è stato sottoposto al test alcolemico mediante l’etilometro in dotazione alla pattuglia in turno del Radiomobile della Compagnia di Osimo, risultando positivo.

Pertanto al giovane è stata ritirata la patente di guida e trasmessa all’U.T.G. – Prefettura di Ancona per i provvedimenti amministrativi di competenza. I carabinieri di Osimo a conclusione di indagini di P.G. hanno denunciato per il reato di guida in stato di ebrezza alcolica un giovane, L.F., queste le sue iniziali, nato in Moldavia e residente a Perugia, 35enne, coniugato, operaio, pregiudicato.

Il giovane, fermato e controllato ad un posto di blocco lungo la via Litoranea in località Marcelli di Numana, alla guida della propria autovettura Volkswagen Polo, in evidente stato di ebrezza alcolica, è stato sottoposto all’accertamento etilometrico risultando positivo. Pertanto a carico della giovane veniva ritirata la patente di guida e trasmessa all’U.T.G. – Prefettura di Ancona per i provvedimenti amministrativi di competenza.

I carabinieri di Osimo a conclusione di indagini di P.G. hanno denunciato per il reato di porto illegale di armi o oggetti atti ad offendere un giovane, P.F., queste le sue iniziali, nato a San Giovanni Rotondo (FG) e residente a Castelfidardo, 26enne, celibe, operaio, incensurato.

Il giovane, fermato e controllato, nel tardo pomeriggio di domenica, ad un posto di blocco lungo la via Montefanese di Osimo, alla guida della propria autovettura FIAT Uno, a seguito di perquisizione veicolare, veniva trovato in possesso di una mazza di ferro lunga circa 70 cm., occultata sotto il sedile lato guida, opportunamente sequestrato



Questo è un articolo pubblicato il 30-07-2018 alle 15:30 sul giornale del 31 luglio 2018 - 2004 letture