utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
articolo

Consiglio comunale: questione traffico pesante ad Osimo Stazione, Campanari "rispetto per l’impegno civico ma no a strumentalizzazioni partitiche del lavoro dei cittadini"

2' di lettura
436

Si è svolta nella mattinata di venerdì 27 luglio la seduta di consiglio comunale che ha visto discutere in aula un atto presentato dalle Liste Civiche in materia di deviazione del traffico pesante dalla SS16 km 313,904 sulla Cameranense o sulla A/14 tratto Ancona Sud/Portorecanati.

La votazione ha fatto approvare l’ordine, non senza precisazioni in merito da parte di chi ha definito la presentazione dell’atto una strumentalizzazione politica di una petizione popolare. Il consigliere Campanari ha puntualizzato come abbia “pieno rispetto per l’impegno civico ma no a strumentalizzazioni partitiche del lavoro dei cittadini.

Dopo il nullaosta definitivo alla realizzazione della rotatoria, la priorità sarà quella di rendere più sicuri gli attraversamenti pedonali e mettere in campo tutte le azioni possibili per spostare il traffico pesante sulla Cameranense”.

Altra considerazione espressa dal consigliere è quella in merito alla realizzazione, in corso, del Parco Urbano ad Osimo Stazione che permetterà, tramite la piantumazione di “ migliaia di alberi di diminuire le polveri sottili” e attraverso “l’installazione di pannelli antismog nelle scuole per togliere dal respiro dei bambini milioni di molecole nocive, e la realizzazione della rotatoria per far defluire in maniera migliore il traffico sulla Statale, con l’installazione a breve di strisce pedonali catarifrangenti per una tutela maggiore del pedone e altre idee ancora in campo per il futuro, questa Amministrazione può essere considerata quella che per viabilità e impegno contro lo smog ha fatto di più, nella storia, per Osimo Stazione.

Chi ci ha preceduto, oltre ad un copia incolla di una petizione popolare, aver costruito centinaia di case mantenendo le strade degli anni 80 ed aver permesso la costruzione di una zona industriale a ridosso del centro abitato, cos’ha fatto?”.



Questo è un articolo pubblicato il 27-07-2018 alle 17:07 sul giornale del 28 luglio 2018 - 436 letture