Fibromialgia: l’Aquagym e il benefico massaggio dell’acqua

2' di lettura 24/07/2018 - E’ tempo di estate e il piacere nello stare nell’acqua è sempre più invitante. Questa settimana vogliamo parlare di una delle discipline adatte ad un malato fibromialgico. Stiamo parlando della “Ginnastica in acqua”, l’acqua come terapia in uso fin dai tempi degli antichi Greci come degli antichi Romani, degli Assiri Babilonesi, degli Egiziani, etc…

La ginnastica in acqua o aquagym, come annunciato nell’introduzione, non è ben certo come sia nata, l’unica certezza è che ha origini molto antiche. Questo tipo di disciplina fu impiegata originariamente in ambito specialistico come terapia riabilitativa, durante gli anni ’80 negli USA, con lo scopo di utilizzare un ambiente diverso, rispetto all’aria, cercando di valorizzare la posizione statica dell’uomo nell’acqua.

L’aquagym utilizza come suo più indispensabile attrezzo, l’acqua. I movimenti che vengono fatti sono gli stessi che si praticano a corpo libero con la sola differenza che l’acqua, opponendo una resistenza 12 volte superiore a quella dell’aria, aumenta la tonificazione muscolare, l’ossigenazione sanguigna e il dispendio calorico

Questo tipo di disciplina è indicata per qualsiasi età e per qualsiasi patologia, perché grazie alla completa assenza di gravità in acqua, evita ogni tipo di trauma alle articolazioni, anzi ne aumenta la flessibilità. La presenza dell’acqua influisce sul corpo sostenendolo e rendendo i movimenti meno faticosi.

Oltre al miglioramento estetico che si può ottenere dall’aquagym (rimedio contro le cellule adipose e gli inestetismi della cellulite), vi è l’allenamento riabilitativo o per chi vuole prevenire l’insorgere di artrosi, artriti , discopatie e scoliosi. Gli effetti positivi sulla tonicità muscolare e sulla circolazione sono visibili in breve tempo.

L’allenamento in acqua oltre a tutti i benefici muscolari che si ottengono, contribuisce a rilassare la psiche, favorendo l’armonia tra corpo e mente. I benefici sono molteplici come: - Attraverso il galleggiamento si alleggerisce la colonna vertebrale e le articolazioni del peso del corpo; - Stimola la circolazione sanguigna e linfatica e contribuisce a ridurre la cellulite, realizzando un’azione “Brucia grassi”; - Tonifica la muscolatura senza rischi e traumi o postura errata; - Migliora l’allungamento dei muscoli e fa smaltire l’acido lattico che si accumula a seguito di intensi allenamenti anaerobici, contribuendo ad un potenziamento della tonicità muscolare e alla flessibilità articolare ; - Allena il sistema cardiovascolare; - Aiuta la percezione dell’equilibrio; - Rilassamento a livello nervoso ed eliminazione delle tossine






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-07-2018 alle 08:15 sul giornale del 25 luglio 2018 - 1443 letture

In questo articolo si parla di attualità, salute, malattia, acquagym, massaggio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aWTI





logoEV
logoEV