utenti online

La “ Fiaccola della Pace” si è fermata ad Osimo

3' di lettura 14/06/2018 - E così anche quest’anno, dopo la Santa benedizione impartita da Papa Francesco nel sagrato della Basilica Vaticana alla presenza del Vescovo mons. Giancarlo Vecerrica e del gruppo dei tedofori la Fiaccola della Pace ha iniziato il suo viaggio alla volta della città di Macerata.

Ben 365 i KM percorsi del gruppo di atleti tedofori e accompagnatori Paolo Cesanelli, Antonino Pedano, Primo Raschioni, Sergio Tartari, Gianpaolo Grottini, Gilberto Pace Alessandro Bracaccini, Franco Rocco, Rosa Peragine, Marco Arbuatti, Luca Cesari, Graziano Cesari, Chiara D'alonzo, Gabriele Pesaresi, Stefano Banchetti, Antonio Michitti, Rodolfo Lambertucci, Giovanni Ciarlantini, Giorgio Serafini, Giacinta Casalena.

In questo lungo tragitto la fiaccola, attraversando città e i piccoli borghi umbri marchigiani ha dato un segnale di speranza e rinascita alla popolazione colpita dal sisma. Ad accogliere la Fiaccola della Pace nella sua tappa di avvicinamento da Roma alla Piazza Boccolino di Osimo l’Amministrazione Comunale rappresentata con fascia tricolore dal Presidente del Consiglio Comunale Paola Andreoni, dall’Assessore Michela Glorio e da Padre Duilio.

Come da consuetudine vi è stato un momento di raccoglimento davanti la cripta del Santo Giuseppe da Copertino, dove il rappresentante della comunità Francescana ha evidenziato l’importante il significato di questa fiaccola portatrice di Pace. La scuola e la pace sono due valori che stanno particolarmente a cuore ai nostri giovani.

In questo mondo dove non c'è pace ma tanta insicurezza e precarietà, odio tra i popoli, non accoglienza dei diversi. I giovani sono capaci di portare valori nuovi, concretezza di vita, desiderio di cambiamento e di prospettive nuove, di pace e amore.

Non tralasciando la figura del Santo Giuseppe da Copertino al quale si rivolgono tanti giovani, e loro famiglie, affinchè tutti possano vivere la conclusione dell'Anno Scolastico con vera soddisfazione!

Si è ricordato un aneddoto quando l’amato Padre Giulio raccontava sempre l'emozione per aver presieduto a Loreto la Celebrazione Eucaristica del Primo Pellegrinaggio fatto nel 1978 , 40 anni fa, L'allora don Giancarlo, ora Vescovo Emerito, Professore di Religione ai Licei di Macerata aveva pensato di portare in pellegrinaggio a piedi fino a Loreto i giovani per chiedere aiuto e ringraziare la Madonna di Loreto per l'Anno scolastico che si stava concludendo.

E il nostro San Giuseppe, Patrono degli studenti, non poteva mancare a questo appuntamento!!!! Parole di ringraziamento e di elogio da parte del presidente consiliare Paola Andreoni che oltre ha ringraziare la comunità Francescana e elogiato il gruppo dei tedofori e loro accompagnatori che hanno reso possibile il cammino e la sosta ad Osimo della fiaccola simbolo di pace.

Nel primo pomeriggio la fiaccola, è infine ripartita da Osimo scortata ed accompagnata da alcuni giovani atleti Osimani dell’Atletica Amatori Osimo Bracaccini Orazi Nicola, Francesco Fantini, Alessia Donnini, le sorelle Badioli Myriam e Rebecca, Letizia Cesaretti, che ha raggiunto nel tardo pomeriggio lo stadio Helvia Recina, prima della tradizionale partenza del maxi-pellegrinaggio “Macerata – Loreto”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-06-2018 alle 15:52 sul giornale del 14 giugno 2018 - 445 letture

In questo articolo si parla di pace, sport, pellegrinaggio, fiaccolata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aVBB





logoEV
logoEV