Calcio (finale di Coppa Marche di Prima categoria): ecco la finale mai vista: Civitanovese-San Biagio vale la Coppa Marche

4' di lettura 24/04/2018 - E’ il momento della storia, della gloria, dell’impresa. Domani pomeriggio il San Biagio scenderà a Civitanova Marche per giocarsi la Coppa Marche di Prima categoria. Mai in passato il Galletto era riuscito a qualificarsi per un traguardo simile, neanche in Seconda categoria aveva raggiunto la finale della competizione.

Si tratta quindi di un evento storico, unico e molto probabilmente irripetibile considerando la portata dell’avversario. Si fronteggiano infatti la Civitanovese dal passato anche in serie C, sprofondata in Prima l’estate scorsa direttamente dalla serie D, e il piccolo San Biagio che invece al massimo ha raggiunto il quinto posto in Prima categoria tre stagioni fa senza neanche la possibilità di giocarsi i playoff per il distacco troppo ampio dalla seconda in classifica.

Una città da 45mila abitanti contro una frazione osimana da neanche 4mila, se si considerano quartieri limitrofi come Aspio e Santo Stefano. Da una parte l’obiettivo di tornare presto tra le grandi della regione, almeno in D, dall’altra l’obiettivo di traguardi nuovi ma con i piedi per terra consapevoli di limiti e potenzialità.

Insomma, un divario enorme ma che domani conterà poco. In ballo c’è un trofeo che entrambe puntano a vincere. Il San Biagio per scrivere una pagina memorabile proprio nel suo quarantennale, la Civitanovese perché obbligata dal nome che porta, dall’ambizione di una piazza in subbuglio dopo lo sprofondo in Prima e con l’obbligo di risalire presto la china.

Se per i rossoblù di casa in realtà l’obiettivo primario è la vittoria del girone C di Prima categoria, col la lotta per il primo posto ancora aperta solo grazie al volenteroso Valdichienti, per il San Biagio visto il girone di ritorno sottotono e i playoff che appaiono lontani, questa Coppa può dare una svolta alla stagione e far finire nel migliore dei modi il campionato.

Il tutto condito da un teatro di lusso, lo stadio Polisportivo di Civitanova Marche. E’ vero che il San Biagio giocherà in trasferta domani, ma l’occasione di farlo in un terreno di gioco simile, mai calpestato prima dai biancorossi, era troppo ghiotta. Dopo il Del Conero il Polisportivo, due stadi prestigiosi che con ogni probabilità il Galletto non rivedrà più in gare ufficiali, e che per questo rendono l’appuntamento ancor più importante. Di certo servirà l’impresa per reggere l’urto di una grande squadra come la Civitanovese.

Un team sul livello o quasi dell’Anconitana, numeri alla mano: primo posto in classifica con 79 punti, +5 sul Valdichienti, frutto di una sola sconfitta e ben 25 vittorie, con la bellezza di 76 gol fatti e appena 8 subiti, che ne fanno la migliore dell’intera categoria. Insomma, sulla carta sembra una impresa impossibile battere questa Civitanovese, ma l’importante domani sarà essersi, provarci e non mollare fino all’ultimo secondo.

Il bollettino. Mister Caccia dovrà rinunciare agli squalificati Persiani e Rossini, per i quali tuttavia la stagione sarebbe comunque già terminata. Non si è allenato ieri capitan Brandoni dopo la nascita del primogenito, ma dovrebbe farcela per domani. Con una rosa corta alcune scelte saranno obbligate.

In attacco unico dubbio tra Mobili e Vincioni in caso di tridente per affiancare Busilacchi e De Martino. In difesa se ci sarà Brandoni al centro potrebbe accomodarsi in panchina uno tra Cingolani e Lombardi mentre terzini sarebbero di nuovo Belloni e Bevilacqua, visto che Durazzi è ancora a mezzo servizio per il problema alla spalla. A centrocampo probabilmente troveranno spazio Tornatola, Manoni e uno tra Mariani Primiani e Mandolini.

I precedenti. Non ci sono ovviamente precedenti tra Civitanovese e San Biagio visto il divario storico tra le due realtà e anche quello geografico che ha imposto gironi diversi in questa Prima categoria.

Ma le ultime trasferte in quel di Civitanova Marche sono tutte state positive per i biancorossi. Sei anni fa con mister Luchetta il San Biagio che militava nel girone C di Prima riuscì a vincere in casa del Santa Maria Apparente, quartiere civitanovese, mentre qualche anno prima altra vittoria nel campetto della Vigor Sma che valse la vittoria della Seconda categoria alla penultima giornata con un Galletto epico guidato da mister Tacchi. Ricordi positivi insomma, che dovrebbero dare ancora più fiducia al gruppo.

I convocati. Tutta la squadra si radunerà al ristorante La Braceria di San Rocchetto lungo la statale 16 per pranzare tutti insieme alle 12,30. Poi si partirà verso le 14,30 per Civitanova Marche dove si giocherà alle ore 16,30






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-04-2018 alle 12:03 sul giornale del 26 aprile 2018 - 696 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, san biagio, squadra, Asd San Biagio, coppa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aTUK





logoEV
logoEV