utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > CRONACA
articolo

Ancona: dolore in città per la scomparsa di Luigi Cugnoli. Venerdì 6 Aprile i funerali alla sala del comiato del Cimitero di Tavernelle

2' di lettura
3968

Se ne è andato nella giornata di domenica 1 Aprile, all'età di 80 anni Luigi Cugnoli,uomo molto conosciuto nella città di Ancona,dove era nato e vissuto, stimato operaio in pensione della Fin Cantieri,ben voluto da tutti i suoi colleghi che hanno apprezzato di lui,non solo il suo essere un combattente dei diritti dei lavoratori ma sopratutto l'uomo retto, onesto e gran lavoratore che è sempre stato.

Segretario per alcuni anni del Partito Comunista di Ancona, Luigi Cugnoli è stato un vero comunista, operaio per quarantanni alla Fin Cantieri, Luigi ha fatto la storia delle lotte dei lavoratori, difendendo sempre il diritto al lavoro, battendosi per tutti i suoi colleghi, manifestando attivamente contro quelle che lui definiva "ingiustizie sociali".

Un uomo altruista, questo è quello che racconta chi lo ha conosciuto, dalla vita non facile che però non lo ha scoraggiato ma reso un combattente. Rimasto vedovo nel 2011, l'aver perso sua moglie Gabriella lo ha fatto diventare ancora più attento alle persone che lo circondavano e si è dedicato attivamente al Parco del Conero, dove non solo si occupava dell'abbittimento programmato dei cinghiali, ma prestava servizio volontario sia come guardia che come guida.

Una delle persone conosciute in questo percorso di vita al Parco del Conero è Filippo Invernizzi, che di Luigi ci ha raccontato: "ci ha lasciato nel giorno in cui i cristiani festeggiano la "resurrezione" di Gesù, la Pasqua che cade la prima domenica dopo il primo plenilunio di primavera. Festivita' primaverile conosciuta dalle antiche popolazioni preistoriche, protostoriche e dai romani che veneravano il risveglio della natura.Ha scelto il giorno in cui le piante del suo Monte germogliano, i primi fiori spuntano a Pian di Raggetti e dove la natura del Conero, che amava e che ha sempre cercato di proteggere, rinasce dopo un lungo e freddo inverno con tutta la sua forza e bellezza. Mi mancherà".

Luigi lascia i suoi figli Massimiliano e Boris, la nuora Simona e la sua amata, unica e tanto desiderata nipote Mia, che Luigi definiva essere la sua fonte di gioia e vita. Nella giornata di venerdì 6 Aprile, alla sala del comiato all'interno del Cimitero di Tavernelle di Ancona, alle ore 16.00 sarà possibile dare l'ultimo saluto a Luigi Cugnoli. che ci racconta un dei figli, Boris, " una delle ultime volontà di mio padre è stata quella che avendo lui versato per anni un contributo volontario destinato alla cassa decessi, la somma raccolta,venisse utilizzata per aiutare degli operai in difficoltà".



Questo è un articolo pubblicato il 05-04-2018 alle 13:37 sul giornale del 06 aprile 2018 - 3968 letture