utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

M5S: "grande successo del documentario “O la troika o la vita”

3' di lettura
1430

Grande successo del documentario “O la troika o la vita” Nonostante il tempo da lupi e la neve che cominciava a scendere in maniera intensa nel pomeriggio di domenica 25 febbraio 2018, il pubblico osimano ha risposto con molto interesse alla proiezione del documentario “O la troika o la vita” di Fulvio Grimaldi, organizzato al teatrino Campana dal Movimento 5 Stelle di Osimo.

Il regista e autore, gradito ospite in sala, ha catturato il pubblico sia attraverso la sua dialettica prima della proiezione, sia nel dibattito successivo che si è prolungato per più di un ora, a testimonianza di quanto il documentario abbia fatto presa sul pubblico.

La denuncia di Grimaldi è lucida quanto misconosciuta: esiste infatti una versione ufficiale che molto spesso non riporta la verità dei fatti, ed esistono poi giornalisti come Grimaldi, inviato di guerra per la Rai, BBC e testate italiane e internazionali, oggi free lance, che si reca personalmente nei luoghi dove i fatti accadono, e li racconta per come effettivamente si sono svolti.

“O la troika o la vita” è un documentario che apre la mente e il cuore degli spettatori, perché riporta un'ineccepibile analisi globale della nostra contemporaneità, addentrandosi allo stesso tempo nelle specifiche realtà locali in cui si leggono gli effetti e le conseguenze concrete e quotidiane del livello globale, che ormai è totalmente pervasivo e interconnesso da non risparmiare nessun territorio, né nessuna comunità.

Con l'approfondimento cinematografico Grimaldi scuote gli animi verso il cambiamento, ponendo l'accento su tutta una serie di problematiche misconosciute, dalla perdita di potere degli Stati nazionali ultimo baluardo della rappresentatività popolare, alla creazione di una dimensione transnazionale cinica, dominata dalle oligarchie finanziarie che speculano e ricattano quegli stessi Stati e i loro popoli perseguendo esclusivamente i propri interessi lobbistici.

Così la tragedia sociale ed umanitaria della Grecia ridotta al fallimento dall'Europa che doveva essere il sogno di una casa solidale per tutti gli europei, ma si è invece rivelata l'incubo di una dittatura spietata della finanza e del capitale sugli esseri umani, si collega con quella del terremoto nei nostri territori dove la ricostruzione, a distanza di oltre un anno, non è neanche iniziata.

Il dramma dei migranti e il problema del loro afflusso nei paesi europei che si affacciano sul Mediterraneo i quali entrano in crisi nella gestione “solitaria” di questo problema, si collega alle guerre, ai bombardamenti e allo sfruttamento economico e delle risorse naturali dei paesi di origine di queste masse di disperati che le oligarchie egemoniche conducono da sempre con il colonialismo prima e oggi con il neocolonialismo.

E proprio nella consapevolezza di questo stato di cose, nella lettura di questi fenomeni all'interno di un contesto globale che viene nascosto dai mass media, che si allacciano le linee guida della visione politica del Movimento 5 Stelle e la sua campagna elettorale in vista delle imminenti elezioni del 4 marzo.

Lo hanno ricordato i candidati alla Camera dei Deputati, Paolo Giuliodori e Daniela Tisi, presenti in sala: occorre recuperare coscienza critica, anche attraverso eventi come questo, e soprattutto spazi di sovranità per riportare il potere decisionale nelle mani dei cittadin





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-02-2018 alle 12:14 sul giornale del 28 febbraio 2018 - 1430 letture