Lions Club Osimo: l'incontro con Don Dino Cecconi

2' di lettura 26/02/2018 - Una personalità poliedrica, quella di don Dino Cecconi: missionario, cappellano, parroco, giornalista e regista Un incontro interessante che il Lions Club Osimo ha organizzato giovedì 15 febbraio per conoscere meglio il nuovo parroco del Duomo.

Sessantaquattro anni, nato a San Sabino di Osimo, da una famiglia prolifica, Don Cecconi ha scelto la modalità del dialogo per presentarsi al Presidente Giuseppina Virgili e ai soci intervenuti. Già parroco di Posatora e cappellano del porto dorico, poliglotta, Don Dino ha prestato il suo servizio in Canada, in Brasile e negli Stati Uniti.

Ha percorso l’Italia come regista delle S. Messe domenicali in diretta su Rai Uno. Alla domanda “Come ha accolto la nuova nomina?” Don Dino ha risposto che lui deve obbedienza al vescovo e ha accettato di buon grado la destinazione a lui attribuita dal cardinale Edoardo Menichelli nella diocesi Ancona-Osimo.

Del resto i preti – ha proseguito Don Dino -sono abituati agli spostamenti ogni otto o dieci anni e lui ha trovato in ogni posto una nuova esperienza che lo ha arricchito, anche perché fin quando si ha il coraggio di cambiare ci si sente giovani, altrimenti alla sua età sarebbe forse stato già in pensione.

Certamente non è stato semplice il suo insediamento- ha affermato - tanti i problemi da risolvere in modo da ridare alla mitica Cattedrale una ripresa che attiri più frequenza e coinvolgimento dei fedeli.

L’ex parroco Don Roberto Pavan comunque resterà ad Osimo, segno tangibile della sensibilità di Don Dino, che per poter sostenere le ingenti spese della parrocchia ha avuto l’idea di far coniare in argento l’effigie del “miracoloso crocifisso del Duomo” e metterlo in vendita per poter arricchire gli introiti.

Pur non lasciando l’impegno di cappellano del porto anconetano, il nuovo parroco manterrà tutti gli impegni diocesani in essere, tra i quali il settore familiare, si servirà dell’aiuto dei componenti del Consiglio parrocchiale, dando responsabilità ad ognuno in modo da avere l’appoggio necessario per accontentare tutte le richieste.

Di moderne vedute, Don Dino ha rivelato di avere idee chiare e innovative che fanno ben sperare nel successo che merita e nel rilancio del Duomo di Osimo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-02-2018 alle 20:19 sul giornale del 27 febbraio 2018 - 2067 letture

In questo articolo si parla di cultura, lions club, incontro, lions club osimo, don dino cecconi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aR57