Replica del giornalista Andreucci:" Manipolati? No, solo giovani giornalisti in erba!"

3' di lettura 22/02/2018 - Sono Donato Andreucci, il giornalista volontario Auser che coordina il progetto del Giornale a Scuola, presso la Giovanni Paolo II di Osimo Stazione. A proposito della pagina apparsa il 20 febbraio sul Resto del Carlino, confezionata dai ragazzi della Terza B, credo di poter dire che la replica dell’assessore Michela Glorio mi sembra quanto meno vivace, tanto da arrivare a minacciare denunce.

Questo mi dispiace, soprattutto dopo aver saputo dell'entusiasmo dei ragazzi quando hanno visto i loro articoli firmati stampati su un quotidiano. La pagina era incentrata sulla problematica situazione ambientale di Osimo Assessore Glorio, certo l'intervista è incompleta, perchè i ragazzi avevano a disposizione soltanto 1600 battute per raccontare un po' di quello che lei aveva detto loro in più di un'ora di intervista.

Un'incompletezza dunque necessaria e non voluta. Difficile riassumere in così poco spazio tutte le problematiche che con dovizia di particolari lei ha così gentilmente raccontato ai ragazzi.

Che non hanno trovato spazio per dire che il Comune ha messo a bilancio 400 mila euro per la costruzione di una rotatoria che elimini i semafori all'incrocio della statale e della difficoltà di interloquire con gli enti proprietari della strada (Anas).

Non hanno parlato della volontà dell'amministrazione di bonificare la copertura in amianto del Consorzio di Osimo Stazione, o del lavoro effettuato nella fontana dell'acqua, attraverso il quale è stato possibile azzerare alcuni valori, e infine del forte sviluppo urbanistico della frazione, che certo non migliora la situazione ambientale, anzi.

Non hanno raccontato molte cose: in 1600 battute hanno parlato del progetto di creare aree di verde e di piantare numerosi alberi, hanno detto che sarebbe opportuno ripristinare il ponte crollato sull'autostrada e hanno espresso le loro problematiche di fronte ad una situazione ambientale che non si può certo definire ottimale.

Ecco assessore le ho parlato dell'incompletezza dell'articolo, ma le ripeto che sfiderei i migliori giornalisti a riassumere in 1600 battute quanto lei ha cortesemente detto ai ragazzi. Se vuole fare una prova, conti quante battute mi sono occorse per spiegarle cosa realmente è successo e conti quante battute le sono servite per rampognare il lavoro di una classe che io ritengo invece straordinaria. Vedrà che sono molto più. E non ho ancora finito.

Perchè devo rigettare in maniera decisa l'accusa pesante per cui "certi gruppi politici dimostrino così tanto vigore e fermento al punto tale di coinvolgere minorenni all'interno delle scuole". Un’accusa pesante. La professoressa Tesei è un’ottima insegnante. Io sono un giornalista professionista dal 1992 che non si è mai spacciato per un giornalista del Carlino.

Non è nel nostro costume manipolare ragazzi. Noi cerchiamo di insegnare e abbiamo solo fatto una pagina di giornale con dei ragazzi che prima d'ora non sapevano niente di comunicazione e se io, come lei scrive, li guidavo in maniera pressante durante l'intervista era per insegnare loro come dovrebbe essere condotta un'intervista e non per mettere lei in qualche difficoltà.

Io capisco che viviamo momenti di inquietudine politica, capisco che solo anche una mezza parola può generare equivoci e rimostranze, ma le giuro che nè io nè i ragazzi volevamo fare politica, nè tanto meno mettere lei e l'amministrazione in cattiva luce.

Se questo è successo, io personalmente le chiedo scusa. Solo io però. Perchè i ragazzi hanno soltanto scritto del disagio di vivere in un ambiente difficile. Basta leggere l'articolo in basso alla pagina: "La leucemia mi ha portato via parte della mia adolescenza". E chi parla è un ragazzo che vive ad Osimo Stazione, amico dei ragazzi che cercano di imparare che cos'è e come si fa un giornale. Tutto qui, assessore.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2018 alle 15:23 sul giornale del 23 febbraio 2018 - 3616 letture

In questo articolo si parla di scuola, politica, assessore, giornalista, replica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aRWc





logoEV
logoEV