I.C.C.G.Cesare: inaugurazione Assemblea Costituente Studentesca

3' di lettura 17/02/2018 - Giovedì 15 febbraio 2018 si è scritta un’importante pagina di democrazia. Nella sede di P.le Bellini si è per la prima volta riunita l ’Assemblea Costituente Studentesca dell’Istituto Comprensivo Caio Giulio Cesare di Osimo.

Hanno presenziato l’inaugurazione dei lavori il Dirigente Scolastico Dott. Radicioni e le due massime cariche dell’amministrazione comunale il Sindaco Dott. Pugnaloni e la Presidente del Consiglio Comunale Prof.ssa Andreoni.

Il Preside, nell’augurare buon lavoro ai rappresentati, ha ricordato l’importanza di questa attività che porta le ragazze e i ragazzi eletti a rivivere ciò che provarono dal 2 giugno 1946 per quasi 2 anni i “padri costituenti”, i quali superando differenze di ordine sociale, economico e politico, collaborarono gomito a gomito per dotare l’Italia, appena uscita dalla dittatura, di una sistema di regole, la Costituzione appunto, la legge fondamentale del nostro Paese.

Il Sindaco ha ricordato che oggi come allora la scrittura di un così importante documento necessita di riflessione e intelligenza, e se il primo luogo dove esercitare tali facoltà è la famiglia, sicuramente il secondo è la scuola, palestra di democrazia e di vita. Infine la Presidente del Consiglio Comunale ha sottolineato il ruolo imprescindibile della partecipazione dei giovani e dell’importanza del loro contributo.

L’amministrazione stessa si è più volte impegnata in attività tese alla promozione di tale partecipazione: dall’educazione alla cittadinanza degli alunni della scuola primaria alla consegna della Costituzione ai ragazzi maggiorenni.

Anche l’assemblea riunitasi oggi rappresenta proprio la punta dell’iceberg di questa partecipazione, infatti la scelta dei rappresentanti è arrivata dopo giorni di competitiva e corretta campagna elettorale; nelle sedi di Osimo e Offagna hanno così circolato in primis le idee e successivamente loghi, manifesti, plastici, insomma quanto servisse ai ragazzi per sostenere e supportare la loro candidatura.

Così dopo l’analisi e la riflessione sui principi fondamentali della nostra Carta Costituzionale le alunne e gli alunni sono stati chiamati ad impegnarsi in prima persona, hanno scritto o nuovi articoli o proposte da attuare proprio nel territorio comunale.

Inutile dire la ricchezza di idee e di progetti, la cui fattibilit à non è poi cos ì lontana dal potersi realizzare. Hanno cos ì mosso, fin da giovani, i primi passi nell ’ impegno politico, nell ’ accezione pi ù alta del termine, come del resto richiamano le parole commosse pronunciate il 23 maggio 2012 nell'aula bunker di Palermo dall’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: "Colgo, in questa vostra generazione, una carica di sensibilit à , di intelligenza, di generosit à che molto mi conforta, che mi d à grande speranza e fiducia.

E perciò voglio dirvi: completate con impegno la vostra formazione, portate avanti il vostro apprendistato civile, e scendete al pi ù presto in campo, aprendo porte e finestre se vi si vuole tenere fuori, scendete al pi ù presto in campo per rinnovare la politica e la società, nel segno della legalità e della trasparenza. L'Italia ne ha bisogno; l'Italia ve ne sar à grata."






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-02-2018 alle 16:14 sul giornale del 17 febbraio 2018 - 1037 letture

In questo articolo si parla di scuola, cultura, legalità, progetto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aRMq