utenti online

Loreto: sabato 2 dicembre, personale fotografica di Gianfranco Rossini dal titolo “Umanità smarrita”

1' di lettura 28/11/2017 - Da sempre grande appassionato di musica, Gianfranco Rossini, nell’espressione fotografica casualmente scoperta, lascia permeare nel suo animo neorealista le peculiarità della vita, senza artifici né maschere ad abbellirne i contenuti.

L’intersezione dell’arte con la fotografia avviene nel 2013 quando, in una frizzante mattina di primavera, nota nel mare una preziosa fonte d’ispirazione. E’ la maleducazione di chi non si cura dell’ambiente a rendere possibile questa meraviglia di colori che qui potete ammirare.

Un mare malinconico, chiassoso e contaminato rigurgita moribondo i veleni sversati in troppi anni d’incuria popolare. E che specchiandosi nella triste metafora della vita si fa portatore di un pessimo messaggio sociale; l’involuzione di un’umanità smarrita, di una fratellanza e di una solidarietà che non sostengono più i cardini primordiali.

Nel più truce dei parallelismi quel mare malato riflette l’egoismo di una società che mette al palo chi non ce la fa. Chi ha perso il lavoro, la speranza, la retta via. Rigurgita fuori dalle sue sale ovattate quel popolino moribondo, divenuto, suo malgrado, un rifiuto.

E qui nasce la fortuna del mare che trova nell’empatia del fotografo Gianfranco Rossini una condivisione di vedute tali da permettere, a quei rifiuti, un meritato riscatto sociale. Quello stesso riscatto che, più che agli scarti, dovrebbe spettare all’uomo. La mostra rimarrà aperta dal 2 al 10 dicembre con orario 10,30- 13,00 e 17,30-19,30


   

dagli Organizzatori





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-11-2017 alle 09:58 sul giornale del 29 novembre 2017 - 422 letture

In questo articolo si parla di arte, cultura, fotografia, mostra, personale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aPnb





logoEV
logoEV