utenti online

Riformato il regolamento del consiglio comunale Obbiettivo: meno sprechi

3' di lettura 19/11/2017 - Con la Conferenza dei Capigruppo di ieri mattina si è concluso l'iter che porterà alla modifica di alcuni punti del regolamento del Consiglio Comunale di Osimo. Un percorso durato quasi 2 mesi che ha visto il lavoro di due Conferenze dei Capigruppo, una Commissione Affari Generali ed una Conferenza dei Servizi, nelle quali i consiglieri, di maggioranza e opposizione, hanno potuto lavorare in sinergia con gli uffici e di tra loro per apportare importanti variazioni ad un regolamento datato, in alcuni punti lacunoso e di difficile interpretazione.

La prima Conferenza dei Capigruppo di inizio ottobre aveva raccolto proposte e dato mandato al Presidente della Commissione Affari Generali di inserirle in una bozza di nuovo regolamento da presentare alla Commissione stessa per poterci lavorare.

Un lavoro proficuo che ieri ha visto la sua conclusione con l'ultima riunione tra i Capigruppo dove si sono potuti limare i dettagli per la variazione da portare in Consiglio Comunale. A noi non interessa polemizzare, siamo persone serie e lavoriamo nell'interesse dei cittadini per migliorare la situazione attuale visto che le modifiche fatte porteranno ad un minore spreco del denaro dei contribuenti e ad una modernizzazione del Civico Consesso anche grazie alla digitalizzazione della macchina comunale voluta con forza da questa Amministrazione.

Le modifiche più importanti prevedono quello che tutti i consiglieri ad Osimo hanno sempre richiesto e mai ottenuto, cioè l'invio della Convocazione del Consiglio Comunale, con relative delibere, 72 ore prima della seduta e non più 48 come ora, in modo di avere più tempo a disposizione per lavorarci e svolgere al meglio la propria funzione di indirizzo e di controllo politico-amministrativo.

Altra modifica importante è la presentazione degli emendamenti alle delibere 24 ore prima dell'inizio della seduta per fare in modo che i tecnici possano dare il loro parere con serenità senza la concitazione del Consiglio Comunale e per garantire tutti i consiglieri che le proposte di variazione che fanno, e che arrivano in Sala Gialla, siano proposte concrete sulle quali aprire un confronto serio e una discussione non fumosa ma efficace.

Ultima modifica che crediamo sia utile evidenziare, perchè porterà un risparmio importante del denaro dei cittadini, è la previsione della possibilità di inviare la convocazione del Consiglio Comunale tramite Pec, con l'obiettivo futuro di metterla come unica modalità prevista. Questo porterebbe ad un risparmio importante perchè si eviterebbe di mandare il Messo Comunale a casa dei consiglieri a notificare a mano la convocazione come accade oggi.

Ulteriori variazioni più piccole riguardano la cancellazione di modalità obsolete che ancora erano previste come l'uso del fax e la votazione per alzata di mano. Come dicevamo prima, noi non vogliamo fare polemica sul nulla, come altri che parlano solamente con slogan vuoti, ma ci interessa informare i cittadini che quello che si sta facendo è un lavoro finalizzato ad un miglioramento della situazione attuale, che farà funzionare meglio la macchina del Consiglio Comunale e che porterà meno sprechi di risorse da reinvestire in altri servizi per la cittadinanza osimana.


   

da Gruppo Consiliare Pd Osimo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2017 alle 18:00 sul giornale del 20 novembre 2017 - 888 letture

In questo articolo si parla di politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aO5U





logoEV
logoEV