utenti online

Ciclismo: a Campocavallo Condello e Fermanelli si aggiudicano l'ultima gara degli esordienti

3' di lettura 25/09/2017 - Ha chiuso nel miglior modo possibile il suo primo anno da esordiente il giovane umbro Damiano Condello che ha centrato la sesta vittoria stagionale alla 50° Coppa Beata Vergine Addolorata: la tradizionale gara di fine stagione del calendario marchigiano allestita dal Club Ciclistico Campocavallo.

Condello ha messo tutti in riga sin dai primissimi giri del classico circuito pianeggiante di 2,6 km che attraversa l’abitato della frazione mariana. Nei primi degli 11 giri in programma il gruppo è rimasto sempre compatto con qualche timido tentativo di allungo, ma proprio a metà gara Condello ha deciso che era il momento di staccare tutti.

Hanno provato ad inseguirlo Francesco Cecchini del Ciclismo Giovani Pesaro e Lorenzo Anniballi del Velo Club Cattolica, ma alla fine quest’ultimo si è fatto riassorbire dal gruppo relegato ad un minuto e mezzo. Lasciato solo, Cecchini ha provato a recuperare, senza troppa fortuna, sul battistrada che ha potuto festeggiare a braccia alzate l’ultima vittoria del 2017.

Secondo Cecchini a 52 secondi, primo del gruppo Pietro Contadini della Fortebbraccio che ha regolato in volata Alex Dall’Alpi della Fausto Coppi. Quinto un altro atleta della società umbra Valentino Romoli.

Tra le ragazze brillante prestazione di Giusy Laperuta della Ciclistica Recanati, seconda Letizia Medori del Pedale Rossoblu-Picenum, terza la compagna di squadra Krizia Corradetti. Più combattuta è stata la gara degli esordienti del secondo anno con il gruppo sempre pronto a spegnere ogni tentativo di fuga.

A 5 giri dal termine l’Alma Juventus Fano ha lanciato Michele Cangiotti, fresco vincitore in Abruzzo del 1° trofeo della Stazione a Mosciano Sant’Angelo. Dopo qualche metro un terzetto si è riportato sul battistrada: il compagno di squadra Marco Ceccolini, pronto a dargli man forte, il campione marchigiano Marco Fermanelli della Potentia-Rinascita e Simone Garuffi della Fausto Coppi.

ll quartetto ha viaggiato di comune accordo fino al rettilineo finale con la volata vinta da Fermanelli, che ha chiuso la stagione con il suo primo sigillo: quest’anno infatti ha centrato numerosi piazzamenti, tra cui il secondo posto a Chiarino di Recanati che gli ha permesso di vestire la maglia regionale.

Secondo Simone Garuffi, terzo Michele Cangiotti, quarto Marco Ceccolini e quinto Diego Molisso della Fausto Coppi. Tra le ragazze non ha avuto rivali Nefelly Mangiaterra del Superbike Bravi Team, la fidardense ha conquistato anche la maglia di campionessa provinciale di Ancona, seconda Sofia Giorgini del Gruppo Ciclistico Osimo Stazione e terza la compagna di squadra Jemine Rushani.

Soddisfatti gli organizzatori del Club Ciclistico Campocavallo che hanno allestito al meglio la quarta gara stagionale dopo le due semitappe del Giro d’Italia Under 23, il Gran Premio Adalberto Gabrielloni ed il trofeo Lamonica.

La società guidata dal presidente Giorgio Antonelli, con il supporto dei vice Piero Agostinelli e Pietro Pagliarecci ha dimostrato ancora una volta le sue notevoli capacità organizzative. La Coppa Beata Vergine Addolorata è l’unica manifestazione ciclistica delle Marche a svolgersi ininterrottamente da 50 edizioni.

Merito di un gruppo che è stato sempre affiatato e che ha trovato nel compianto Adalberto Gabrielloni il suo punto di riferimento. Alle premiazioni della Coppa B.V. Addolorata – Trofeo Gammaplastik hanno partecipato l’assessore allo sport del comune di Osimo Alex Andreoli, il presidente del comitato regionale della Federazione Ciclistica Italiana Lino Secchi, la presidente provinciale di Ancona Tania Belvederesi ed il consigliere Alessandro Santoni.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-09-2017 alle 15:52 sul giornale del 26 settembre 2017 - 691 letture

In questo articolo si parla di sport, ciclismo, esordienti, gara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aNlv