utenti online

Sirolo: Parco del Conero, la difesa della costa in primo piano al Festival parco del Conero

Riviera del Conero 2' di lettura 08/06/2017 - Della difesa della costa se ne parla molto sul Conero, seppur con opinioni contrapposte. Area marina protetta si o no? Come salvaguardare la costa e, soprattutto, perché tutelarla? Al Festival del Parco del Conero, anche occasione per festeggiare il trentennale, non poteva mancare quindi nel programma un approfondimento su questo tema, che sarà sviluppato a più puntate.

Una, di confronto sulla tutela e valorizzazione delle biocenosi marine del Conero è prevista domani, venerdì 9 al centro visite del Parco, dalle ore 15. Un confronto di natura tecnico scientifica tra studiosi, professori e ricercatori.

Per l’ esattezza: Marco Menichetti dell’Università di Urbino, Carlo Bisci e Gino Cantalamessa dell’ UNICAM, Andrea Dignani, Laura Airoldi dell’ Univ. di Bologna e Federico Betti dell’ Università di Genova. Si partirà dall’appennino nell’Adriatico, per passare all’evoluzione storica del litorale piceno, fino alla geologia e geormofologia dell’ area Sassi Neri a Sirolo, de la pocket beach di Portonovo, come della perdita di popolamenti algali del Conero e della biodiversità marina della Riviera.

Di difesa della costa si torna a parlare sabato 10 giugno alle ore 19, con Legambiente Marche che presenta il dossier: L’importanza di un’area marina protetta del Conero- verso una nuova rete ecologica.

Fattiva l’ iniziativa del WWF Marche Centrali-Campagna Tutela del Mare con la pulizia della spiaggia e della duna di Marcelli, partendo domenica 11 giugno alle ore 9 dalla foce del Musone. Il perché il mare vada tutelato è raccontato nelle splendide immagini che si avrà occasione di vedere sempre domenica alle 18,30 al centro visite del Parco in via Peschiera a Sirolo. Immagini di fotografia subacquea nelle acque del Conero di Marco Boncompagni e Franco Profili, con il supporto del biologo marino Federico Betti.

Oltre alla difesa della costa domani, venerdì 9 giugno, dalle ore 17,30 interessante e suggestiva è la visita guidata preceduta da una conferenza dell’archeologa Gaia Pignocchi presso la sala meeting dell’ Hotel del Monte Conero, organizzatore dell’ iniziativa con l’ associazione l’ Arcobaleno.

La location non è casuale dato che Pignocchi svelerà i segreti più reconditi degli eremi e dei monasteri del Conero. Un’altra escursione parte invece alle 18 dalla piazza di Sirolo, per un trekking storico urbano tra le unicità della bella cittadina. La giornata serata si chiude in bellezza con la prima grande serata all’insegna dell’ eno-gastronomia con il ‘Mosciolo a tavola’ al centro visite del parco.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-06-2017 alle 17:40 sul giornale del 09 giugno 2017 - 456 letture

In questo articolo si parla di ambiente, cultura, ancona, parco del conero, riviera del conero

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aJ0N





logoEV
logoEV