utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Loreto: Lista Civica Loreto Libera presentata una mozione per la tutela delle attività commerciali

4' di lettura
943

Una mozione, quella di Loreto Libera che vede nel titolo “ Iniziative per il rilancio dell'economia turistica cittadina”, un atto protocollato a seguito dello scaldarsi degli animi, su carta stampata e social da parte di operatori commerciali (negozianti e ristoratori) loretani. In relazione all'apparire di pacchi di pasta e vino con marchio "Santa Casa" accanto a volumi di religione e di articoli sacri, come Madonnine e Crocifissi, nella libreria della Delegazione Pontificia è arrivata la “goccia che farebbe traboccare il vaso" tanto che su articoli di stampa si punta il dito contro un negozio di tipicità e di un ristorante entro le mura del Santuario Mariano.

Per la Capogruppo Cristina Castellani la Delegazione Pontificia agisce, come ovvio, nella sua piena libertà di ente autonomo anche giurisdizionalmente. La pubblicizzazione delle attività di vendita prodotti tipici e di ristorazione entro la cerchia del Santuario Mariano, seppur lecite, stonano, con la necessaria e dovuta austerità e l'aura di mistica religiosità che contraddistingue il Santuario della Madonna di Loreto. Per il Consigliere Gianluca Castagnani, i mesi di magra e di inattività stanno evidenziando una crisi, peggiorata dai terremoti del 2016, che sta mettendo in serissima difficoltà molti operatori commerciali lauretani.

Non solo – prosegue la Lista Civica Loreto Libera, l'allontanamento delle Bancarelle da Piazza della Madonna parrebbe sia stato motivato anche dal fatto della restituzione della sacralità della Piazza, allora mi domando perché essa deve vedere anche pertanto cartelli pubblicitari di vino, olio e ristoranti dovrebbero essere considerati in maniera equilibrata, alla stessa stregua. Castagnani afferma inoltre che la situazione sfocia soltanto in una sorta di guerra quasi ideologica inutile ed evitabile, mentre il buon senso ed una stretta opera di colaborazione porterebbero ad una serenità e ad un rispetto delle regole (anche non scritte) da parte di tutti gli attori della vicenda.

Qualcuno deve iniziare e deve farlo subito, di qui questa nostra proposta dettagliata che stimoli immediatamente l’Amministrazione Comunale ad attivarsi. Per la Castellani inoltre la differenziazione nel pagamento della sosta dei pullman rispetto a varie aree comunali e la spesa per il check point aggravano la situazione di "fuga di turisti", o, comunque, la sosta dei pullman in altre aree comunali lontane dal centro, per questo nella mozione , tra le altre cose si chiede un impegno ad uniformare la tariffa della sosta dei pullman per tutto il territorio loretano, con impegno entro il settembre 2017, di un abbassamento ulteriore delle tariffe medesime.

Si chiede inoltre di agevolare immediatamente il trasporto dei pellegrini dal parcheggio "Eurhope" verso, il Centro in attesa dell'infinito ripristino in servizio dell'ascensore inclinato. Un altro serio problema – evidenzia Gianluca Castagnani, è il calo di utenti, compratori e avventori nelle vie limitrofe alla zona del centro Storico, una volta molto frequentate e con negozi che costituivano il punto di riferimento di interi quartieri. Per Castagnani le attività commerciali e di ristorazione di vie limitrofe al centro, come via Bramante, via Vanvitelli, piazzale Europa, via Matteotti, via Gatti, e tante altre, ecc. meritano ed esigono medesimo trattamento e sostegno.

Per esse pertanto si chiede, nella mozione, di adottare misure di sostegno e adeguate iniziative di rilancio per le attività commerciali di via Bramante, Vanvitelli, piazzale Europa, via Matteotti e tutte quelle limitrofe al centro storico cittadino. Loreto Libera afferma che l'economia del commercio e della ristorazione sta registrando un preoccupante trend negativo, con la chiusura di piccole e microimprese e perdita di posti di lavoro (dati degli osservatori regionali del Commercio e del Mercato del Lavoro delle ultime due annualità).

Il Comune di Loreto deve tutelare le attività commerciali, di ristorazione e alberghiere non solo con sostegni diretti ma anche con politiche capaci di attrarre turismo e di razionalizzazione del flusso di visitatori che arrivano a Loreto. La proposta dei due consiglieri comunali evidenzia come occorre agire aprendo un canale di comunicazione efficace con la Delegazione Pontificia e, per quanto concerne il Comune di Loreto, adottare in vista dell'estate progetti e politiche efficaci a sostengno degli operatori commerciali di via Sisto V, Corso Boccalini, Porta Marina, via Brancondi e le vie succitate.

Un tavolo di confronto e dialogo efficace è l’unica soluzione con equo trattamento e rispetto delle parti, tanto che la mozione si chiude con l’impegno, proseguono Castellani e Castagnani, al Comune di attivarsi per formulare uno schema di Accordo di Programma/Protocollo di Intesa con la Delegazione Pontificia nella gestione del flusso turistico attorno al Santuario. Importante ora è anche il fatto di invitare la Delegazione medesima, ritenendone l'opportunità, ad una maggiore sobrietà nell'apposizione di oggetti "profani" (merchandising) accanto ad oggetti sacri e cartellonistica inadeguata e fuori luogo rispetto alla Sacralità dell'intera area limitrofa al Santuario Mariano (Piazza della Madonna), candidata a Patrimonio dell'Unesco



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2017 alle 08:53 sul giornale del 09 maggio 2017 - 943 letture