utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > SPORT
comunicato stampa

Atletica: Masimiliano Strappato 1°atleta Italiano alla Maratona di Vienna

3' di lettura
1010

La 34^ Edizione della Vienna City Marathon un vero teatro di emozioni , con una platea di un milione di spettatori assiepati sul lungo il percorso gara, che hanno incessantemente sostenuto con un tifo caloroso i 42.760 runner provenienti da 125 paesi del mondo dei quali 9.000 hanno corso la Maratona .

Questa City Marathon qualificata dalla IAAF Gold Label Road Race , per l’ottava volta in questi ultimi 10 anni, ha visto vittoriose le gazzelle degli degli altipiani Africani. Gara al cardiopalma quella maschile, che dopo un entusiasmante duello spalla a spalla si è decisa negli ultimi 150 m. a favore del Keniano Albert Korir , grazie al suo miglior sprint finale che gli ha permesso di lasciarsi dietro, per due secondi, il connazionale Ishmael Bushendich

Altrettanto risicata, quanto bella e meritata la vittoria in campo femminile ottenuta per soli 4 secondi da Nancy Kiprop nei confronti della sua connazionale Rebecca Chesir A questo importante avvenimento internazionale, presente nella call room riservato ai top runner, il vice campione Italiano di maratona Massimiliano Strappato, portacolori dell’Atletica Amatori Osimo.

Un vero atleta Massimiliano , metodico perfezionista negli allenamenti, dopo quattro mesi di programmati e intensi allenamenti, e giunto all’appuntamento con la consapevolezza di poter riuscire a realizzare il suo nuovo primato personale quello di scendere sotto la fatidica soglia delle 2h.20’ .

La giusta preparazione e le forti motivazioni che portano l’atleta nella condizione fisica ottimale di riuscire a realizzare il risultato prefissato , a volte non bastano, quando la fortuna come in questa circostanza per Massimiliano, non è stata dalla sua parte.

Gara difficile la sua già dalle primi fasi iniziali, dovuta a condizioni ambientali e meteo avverse. Fatto è che la mattinata stessa della gara, si è trovato ad affrontare la gara disturbata da raffiche di vento, oltre i 50 km. lungo la Wienzeile fino a Schonbrunn e le basse temperature tra i 7 agli 8 gradi, sono stati quei fattori che hanno influenzato in modo negativo e compromesso la sua gara.

Tutto ciò, a fine gara, gli è costato preziosi minuti e spiccioli di secondi, che gli avrebbero permesso di scendere abbondantemente sotto il suo personale 2h.25’ 33” ottenuto l’anno scorso ai Campionati Italiani di Ravenna In questa situazione non certo positiva, come si addice a tutti i maratoneti campioni e no “gambe, cuore e soprattutto cervello” cosa che Massimiliano ha fatto.

Partito sin dall’avvio gara sul proprio passo, passava alla mezza in 1h.12’24” tempo la cui proiezione finale intorno alle 2h.25’. Al 24esimo km. veniva agganciato dalle quattro atlete di colore di testa, capeggiate dalla vincitrice della gara femminile Nancy Kiprop .

Momentanea situazione favorevole per lui, che riusciva a sfruttare per qualche km. riparato dal vento frontale . Passo troppo forte per lui che giunto al 28° km. si lasciava sfilare via per proseguire da solo l’ultima parte di gara. Ultimi km. difficili, causa il forte vento e la necessità di gestire la scorta di energia rimasta , per cui ha dovuto fare ricorso alla sua esperienza nel gestire la più difficile ultima parte di gara.

Nonostante tutto riusciva a chiudere la gara con l’ottimo riscontro cronometrico di 2h. 25’ 54 “, piazzandosi al 19° posto Assoluto, 5° nella speciale classifica degli atleti Europei e 1° degli Italiani . Un’esperienza fantastica per lui e tutta la sua famiglia che lo ha accompagnato in questa sua prima Maratona Internazionale, corsa tra parchi di una tra le più belle capitali Europee lungo le rive del Danubio e tra due ali di folla che non ha risparmiato il suo incitamento a tutti gli atleti dal vincitore della gara fino all’ultimo arrivato .



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2017 alle 08:45 sul giornale del 09 maggio 2017 - 1010 letture