utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

M5S: 'su Osimo-Stazione la Glorio ha perso un'occasione per tacere. Questioni ambientali tutte in piedi'

7' di lettura
1387

In genere il Movimento 5 Stelle cerca di fare proposte costruttive e quando fa delle critiche, lo fa in maniera documentata e circostanziata. Se poi veniamo attaccati in maniera gratuita e infondata, ovviamente rispondiamo.

Michela Glorio, Assessore all'ambiente rimasta fedele all'Amministrazione Pugnaloni, non sappiamo perché, ha deciso di attaccarci. E noi rispondiamo per le rime. Venerdì 17 marzo 2017 si è tenuto presso il ristorante “Da Mario” ad Osimo Stazione, il primo dei tre incontri del ciclo “Osimo, tra salute ed inquinamento” organizzati dal M5S.

Ringraziamo tutti i concittadini che hanno partecipato numerosi e con vero interesse al nostro primo evento relativo alle radiazioni elettromagnetiche. Abbiamo verificato che il problema è molto sentito tra la gente e che i cittadini hanno apprezzato la professionalità e la chiarezza espositiva del relatore, l'Ing. Leandro Scocco dello Studio Pigini di Porto Recanati.

Dopo l'incontro molti partecipanti utilizzeranno probabilmente i cellulari con un po' più di attenzione, soprattutto quando ci sono nelle vicinanze bambini o sono loro i diretti utilizzatori. E' infatti emerso che – seppure le antenne telefoniche hanno un irraggiamento che va monitorato (il limite di legge è 6 volt a m) e andrebbero regolamentate da un “Piano Antenne” di cui è opportuno che il Comune di Osimo si doti al più presto – i telefonini, soprattutto con i dati internet accesi, possono essere molto più potenti dell'irraggiamento delle antenne dei ponti radio e raggiungere anche i 20, 30 o addirittura 40 volt a mq!

Le antenne dei telefonini però hanno un raggio di azione limitato, per cui basta metterli ad una distanza di 2, 3 metri quando vengono utilizzati come modem per il computer e il loro effetto è pressoché nullo, (la potenza del campo elettromagnetico è inversamente proporzionale al quadrato della distanza).

Quando si telefona sarebbe opportuno farlo con gli auricolari e con i dati internet spenti, (poiché la trasmissione dei dati internet fa “sforzare” di più il cellulare che aumenta l'intensità delle radiazioni elettromagnetiche per ricevere la maggior mole di dati in arrivo). Inoltre è opportuno tenere il cellulare il meno possibile vicino al corpo.

Questa è la cronaca della serata alla quale erano stati invitati ufficialmente tutti i consiglieri comunali e ovviamente l'Amministrazione. Nessuno dell'Amministrazione si è però presentato e, i nostri attivisti di Osimo Stazione – grandi e infaticabili organizzatori del ciclo di conferenze su un problema così sentito nella frazione a cui va il ringraziamento di tutto il nostro gruppo – con una breve nota nella pagina facebook del M5S di Osimo Stazione e Abbadia a margine di un post che esprimeva soddisfazione per l'evento del 17 marzo, commentavano laconicamente l'assenza dell'amministrazione nel seguente modo: “Nota dolente della serata la mancanza di rappresentanti della nostra amministrazione, che anche avendoli invitati, non hanno nemmeno avuto il buon senso sia per loro stessi che per la comunità di interessarsi al problema ma continuare a far finta di niente”.

Ci sembra una mera constatazione che esprime amarezza perché l'evento è stato effettivamente interessante e la frazione sta riscontrando seri problemi di salute tra diversi suoi abitanti, tra cui bambini. Non ci sembra che questo post abbia offeso nessuno.

Però qualcuno con la coda di paglia, l'Assessore Michela Glorio, ha pensato di attaccare il Movimento 5 Stelle con un post avvelenato e fuori luogo: “Torno oggi da una missione all'estero per lavoro e leggendo tra le notizie osimane vedo il post del movimento 5 stelle in cui si dispiace della mia non presenza all'incontro di venerdì 17 marzo. Precisato che l'unico invito ricevuto è stato tramite fb, (e chi viaggia in paesi extraeuropei sa che la connessione internet non è attiva se non in albergo..) e immaginato che la carta stampata non va più di moda per avvertire un Assessore, ci tengo a precisare che avevo cmq avvisato gli organizzatori della mia assenza perché all'estero. Sarebbe bello, ogni tanto, tornare ad Osimo e trovare onestà intellettuale e atteggiamenti costruttivi..una politica fatta di proposte e dialogo con l'obiettivo di guardare agli interessi della città.. Gli osimani lo meriterebbero”.

Gentile Assessore Glorio, ricapitoliamo come stanno i fatti:

1) nessuno l'ha personalmente nominata. Coda di paglia? Gli attivisti del M5S sono dispiaciuti che l'amministrazione non abbia partecipato all'incontro. Questo è un dato di fatto e non vediamo dove lei ravvisi disonestà intellettuale in questo comportamento. E, tra parentesi, se non c'era l'Assessore all'ambiente, l'Amministrazione poteva mandare comunque qualcun altro.

2) Lei non è stata invitata tramite Facebook come erroneamente dichiara, ma attraverso una mail ufficiale del nostro capogruppo in consiglio comunale, che l'ha spedita a tutta la giunta e ai colleghi consiglieri. Inoltre, premesso che lamentarsi di non essere stata invitata tramite la carta stampata per un Assessore all'ambiente sembra essere una burla ecologica, se lo gradisce la prossima volta le faremo recapitare un invito in carta pergamena vergato a mano.

Poi invece, per quanto riguarda ciò che meriterebbero gli osimani, noi del M5S pensiamo che meriterebbero un Assessore all'ambiente (che si professa di sinistra) che porti avanti una politica seria su:

a) acqua pubblica, (Lei non ha mai preso posizione su questo tema, nonostante il Movimento 5 Stelle ad Osimo abbia ripetutamente portato la questione all'attenzione delle istituzioni in consiglio comunale e dei cittadini con banchetti ed eventi);

b) rifiuti, (in ATA provinciale, invece di portare avanti con determinazione la strategia “Rifiuti Zero” come votato dal consiglio comunale di Osimo, Lei e il Sindaco andate a fare le comparse appiattendovi sulle posizioni del PD anconetano, avallando i loro pseudo cambiamenti gattopardeschi e prestandovi a votare favorevolmente il fantomatico quanto improbabile gestore unico Multiservizi-Ecofon, fortemente voluto dalla Sindaca di Ancona Valeria Mancinelli, che non migliorerà il servizio, né abbasserà le tariffe ai cittadini);

c) questione biogas (ad Osimo, Comune della Regione Marche col maggior numero di impianti sotto processo, in quanto entrambi gli impianti nel nostro territorio, Green Farm in zona Villa e COVALM in zona Cucchiarello, risultano coinvolti sia a livello societario, sia di soggetti collegati, nel processo Green Profit per cui la Procura di Ancona parla di reati che vanno dalla corruzione, alla truffa ai danni dello Stato, all’abuso d'ufficio, alla falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico, Lei, Assessore all'ambiente di questo Comune, non ha mai proferito parola);

d) questione inceneritori e trivelle (ai banchetti per i Referendum Sociali della scorsa primavera molti dei quali allestiti da nostri attivisti che hanno raccolto firme in ogni condizione meteo, Lei non si è mai vista, né ha mai preso una chiara posizione di denuncia);

e) infine, per quanto riguarda “la politica fatta di proposte e dialogo”, due anni fa il Movimento 5 Stelle le presentò una proposta di progetto per gli orti urbani che a quanto pare Lei sta lasciando nel cassetto a prendere polvere. Come vede, gentile Assessore, i “balconi fioriti” non bastano.

Il Movimento 5 Stelle di Osimo è una forza politica seria e onesta, non solo intellettualmente, con proposte concrete e costruttive in favore dei cittadini, che lavora sul territorio in mezzo alla gente: non meritavamo le sue accuse infondate.

E se anche Fabio Pasquinelli, (il neo comunista che oggi si scaglia apparentemente contro la cosiddetta “sinistra moderata” rappresentata da Lei e da Luigi Giacco, e contro Pugnaloni e il PD), ha voluto mettere con disinvoltura un like al suo post accusatorio nei nostri confronti, questo testimonia che la sinistra ad Osimo, sia quella moderata, sia quella pseudo radicale, è veramente morta e sepolta, perché sa benissimo che non rappresenta più gli ideali delle sue origini, né i cittadini e le fasce più deboli della popolazione che invece avrebbe dovuto difendere.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-03-2017 alle 17:16 sul giornale del 22 marzo 2017 - 1387 letture