utenti online

Spese telefoniche delle scuole a carico del Comune. Paglarecci: 'non succedeva da 20 anni'

bollette 1' di lettura 19/03/2017 - A seguito di una serie di incontri con i dirigenti dei tre istituti scolastici comprensivi di Osimo, l’Amministrazione comunale ha deciso di reintestarsi le utenze delle spese telefoniche delle scuole. Benché si tratti di un adempimento previsto dalla legge, vorrei sottolineare che da circa 20 anni le suddette spese erano sostenute direttamente dagli istituti scolastici e poi il Comune erogava un contributo a copertura delle stesse.

Una situazione anomala, che nel corso degli anni ha spesso generato malumori nei rapporti fra le istituzioni. Nell’ultimo incontro avuto con i dirigenti scolastici lo scorso giovedì 16 marzo, si è inoltre deciso di procedere anche all’intestazione delle spese internet di tutti i plessi scolastici.

In questo caso, l’Amministrazione comunale, non obbligata dalla legge, ha ritenuto opportuno adottare questa misura al fine di garantire il buon funzionamento delle strutture scolastiche della città. In ultimo, altrettanto importante, siamo riusciti a concordare una cifra annua che verrà erogata per le spese di funzionamento (spese per l’acquisto dei prodotti per la pulizia, carta per le fotocopiatrici e spese di ufficio). A tal proposito, andremo a sottoscrivere una convenzione fra le parti in un prossimo incontro che avrà luogo a breve. Restando a vostra disposizione per ogni chiarimento, invio i miei più cordiali saluti.






Questo è un articolo pubblicato il 19-03-2017 alle 18:29 sul giornale del 20 marzo 2017 - 872 letture

In questo articolo si parla di osimo, Comune di Osimo, bollette

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aHBn





logoEV
logoEV