utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

M5S: "fusione Inrca-Ospedale: il Pd sta smantellando la sanità in città"

2' di lettura
856

La lenta agonia dell'Ospedale di Osimo sta subendo in questi giorni una rapida accelerazione che sa di preparativo per il “colpo di grazia” che preluderà alla sua chiusura. Il PD copia/incolla le sue scelte scellerate a danno della popolazione da una parte all'altra della Regione: ieri nella provincia di Pesaro, oggi in Val Musone e a Osimo.

L'operazione di fusione Inrca-Ospedale di Osimo ricorda tanto il processo di integrazione avviato nel 2009 con l'istituzione dell'Azienda Ospedali Riuniti Marche Nord tra gli ospedali di Fano e di Pesaro, che ha creato e sta continuando a creare disagi all'utenza. Intanto del nuovo ospedale di rete tra le due città, neanche l'ombra.

E lassù partirono nel 2009! Figuriamoci noi con il cantiere delle belle statuine di Aspio Terme, appena iniziato e già fermo! Però nel frattempo le vecchie strutture vengo lasciate morire poco a poco e a farne le spese sono i cittadini di Osimo e della Val Musone che stanno subendo gravissimi disagi a causa delle enormi carenze e degli squilibri nella riorganizzazione sanitaria stile “mettiamoci una pezza” che il PD regionale ha in serbo per Osimo, con la complicità di Pugnaloni che con i suoi annunci altisonanti quanto inconsistenti, tenta di tenere buoni i suoi concittadini.

Altro che sanità pubblica preservata! Altro che riqualificazione del SS Benvenuto e Rocco! Occorre una presa di posizione seria per il potenziamento del Pronto Soccorso, (che invece è stato messo costantemente in affanno dallo smantellamento di altre strutture in Val Musone), ridurre i tempi delle liste d'attesa, assicurare gli investimenti, aumentare e gratificare il personale esistente, potenziare la rete territoriale socio-sanitaria.

Ebbene: finora è stato fatto esattamente il contrario, ma – con l'eccezione del Movimento 5 Stelle - tutti non hanno mosso un dito! Oggi invece, col PD allo sbando a livello nazionale dopo la batosta del referendum costituzionale, prossimo ad una probabile scissione, con un Renzi sempre più appannato che infine si mostra agli italiani per la persona che è e che è sempre stato, con i renziani come Pugnaloni prossimi a una crisi d'identità e di pianto, chi può abbandona la nave cercando di rifarsi una nuova verginità.

Ecco allora la sedicente sinistra osimana del 21° secolo, (entità mitologica che di sinistra non ha fatto niente, almeno negli ultimi anni), che dopo essere stata al governo con l'amministrazione Pugnaloni e aver taciuto di fronte ad ogni sorta di politica neoliberista perpetrata a livello locale, ora insorge contro il PD e la chiusura dell'Ospedale. Dove eravate in questi due anni e mezzo?!

Parafrasando Beppe Grillo nel famoso incontro con Renzi trasmesso via streaming, anche voi, come Renzi, non siete credibili.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-02-2017 alle 16:54 sul giornale del 20 febbraio 2017 - 856 letture