utenti online

Sulla vendita di Astea, la consigliera Mariani chiede maggiore chiarezza nella cessione di un bene pubblico

1' di lettura 16/12/2016 - Pugnaloni non vende Astea EnergiaA per liquidare GPO, il socio privato di Astea. Pugnaloni non vende Astea Energia per tutelare gli interessi degli osimani. Pugnaloni fa da padrone assoluto su Astea e vende solo per fare cassa ai soliti scopi elettorali.

Denaro fresco che altrimenti non saprebbe dove trovare per mantenere fede a tutte le promesse elettorali fatte dal 2014 ad oggi e che non saprebbe come mantenere: strada di bordo, scuola di Campocavallo, scuola a San Biagio!

Ma così manderà al macero l’Astea Spa e con essa i 200 dipendenti e le aziende locali che lavorano nell'indotto. Della decisione politica, vendere o non vendere, ne risponderà politicamente insieme al Pd. Ma se dovesse esser confermata la procedura di vendita ad oggi trapelata, trattativa privata, dovrà rispondere anche alla magistratura.

Perché proprio SGR Rimini? Ordine di partito? Non ci interessa. Ma sia chiaro: non è consentito vendere un bene pubblico del valore di 29milioni di euro attraverso una procedura privata. l'asta pubblica è d’obbligo, oltre che una questione di trasparenza. Comunque, cosa ne pensa Iren, socio al 5% di Astea Energia?

Attiverà il diritto di prelazione? Come la metti, la metti male. Inevitabili saranno le azioni legali. Molte aziende hanno fatto ricorso alla magistratura per molto meno, vedi caso Conerobus. Fai pure come vuoi, caro Sindaco, ma questa volta le spese legali le pagherai tu di tasca tua e non gli osimani con le bollette!


   

da Maria Grazia Mariani 
      Capogruppo Gruppo Misto Osimo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-12-2016 alle 15:41 sul giornale del 17 dicembre 2016 - 690 letture

In questo articolo si parla di economia, politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aEIx





logoEV
logoEV