utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

L'Aeronautica ha partecipato il 9 e 10 dicembre alle celebrazioni svolte in onore della Madonna

3' di lettura
400

L’Aeronautica Militare ha partecipato il 9 e il 10 dicembre alle celebrazioni svolte a Loreto, Ancona in onore della Beata Vergine Lauretana, “patrona degli Aeronauti” dal 1920.

Una rappresentanza della Forza Armata, composta dal Colonnello Stefano Gensini Comandante del Centro di Formazione Aviation English, Cen.For.Av.En. di Loreto, dal colonnello Loris Lucio Tabacchi, comandante dei corsi dell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, Napoli e dagli allievi del corso “Turbine V”, ha partecipato già la sera del 9 dicembre alla messa, celebrata quest’anno da Sua Eminenza il Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato, in segno di vicinanza di Papa Francesco a tutte le persone vittime del terremoto.

Il personale dell’Aeronautica Militare, come da tradizione, ha portato in spalla la Sacra Effige della Beata Vergine Maria durante la processione per le vie della città di Loreto. La mattina del 10 dicembre, alla solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da Mons. Giovanni Tonucci, Arcivescovo Delegato Pontificio di Loreto, era presente il Generale di Squadra Aerea Fernando Giancotti, Comandante delle Scuole e 3^ Regione Aerea dell’Aeronautica Militare, che nel suo discorso ha esteso i saluti del Capo di Stato Maggiore dell’AM e ha sottolineato come “la storia della città di Loreto e la storia dell’Aeronautica, in questa città, sono divenute un tutt’uno e, oggi, ho potuto constatare con i miei occhi quanto questo legame sia forte”.

La celebrazione è stata animata dalla Cappella Musicale della Santa Casa di Loreto e da una rappresentanza della Fanfara della 1^ Regione Aerea dell’Aeronautica Militare di Milano. Le celebrazioni lauretane richiamano la cosiddetta “Festa della Venuta”, annuale ricorrenza religiosa nella quale si ricorda il trasporto a Loreto della “Santa Casa”, il manufatto in muratura conservato nella Basilica di Loreto. Secondo la tradizione, si tratta della dimora terrena di Maria a Nazaret, in Galilea, dove ricevette l'annuncio angelico e che, nel 1294, nella notte tra il 9 e il 10 dicembre, fu trasportata in territorio marchigiano.

La versione popolare secondo cui il trasporto avvenne “per mano di angeli” fu il motivo per cui la Madonna di Loreto, fin dalle prime imprese aeree italiane, cominciò ad essere venerata quale protettrice degli aviatori; finché il 24 marzo 1920 la Beata Vergine Lauretana venne ufficialmente proclamata “patrona degli Aeronauti” da papa Benedetto XV.

L'Aeronautica Militare, fondata quale Forza Armata il 28 marzo 1923, cominciò dunque a venerare la Madonna di Loreto in tutte le sue basi celebrando la ricorrenza del 10 dicembre. La partecipazione alle celebrazioni si inserisce nel quadro delle consolidate relazioni esistenti tra l’Aeronautica Militare e le istituzioni ecclesiastiche, che proprio a Loreto si sono spesso trasformate in concrete iniziative di solidarietà. L’attuale Cen.For.Av.En., alle dipendenze del Comando Scuole e 3^ Regione Aerea dell’Aeronautica Militare, è ubicato infatti all’interno delle strutture inizialmente sede dello storico Istituto Francesco Baracca che, dal 1930 per oltre 50 anni, svolse a Loreto attività meritorie a favore degli orfani di aeronauti caduti in servizio e che si trovavano in cattive condizioni finanziarie, attraverso l’Opera Nazionale Figli degli Aviatori.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-12-2016 alle 10:20 sul giornale del 13 dicembre 2016 - 400 letture