utenti online

Liste Civiche: 'incassi minori nel maxi-parcheggio. La Parko si regge sul fotovoltaico ex-Imos'

1' di lettura 27/09/2016 - Ci sono stati aumenti dei parcheggi al maxiparcheggio ma sono nettamente calati quelli del centro. Il tutto, nonostante le presenze turistiche (che per la mostra, nel periodo estivo sono state minori del 2013). Gli incassi sono minori e la Parko si regge con gli introiti degli impianti fotovoltaici portati con la fusione dalla Imos.

I dati veri sono questi. Non ci sono soldi per rinnovare il parco pulmini scolastici e taglieggiano le famiglie con il costo degli stessi, come nel caso degli studenti di San Biagio che per andare a scuola a Offagna (costretti dalla mancanza delle medie a San Biagio) si sono visti aumentare di 25 euro a testa il pulmino e l’imposizione che metà della spesa (150 euro) deve essere pagata subito. Neanche Equitalia fa così!

Se avesse avuto utili una società diretta dall’Altra Sinistra (Bartoli, Marchegiani e Pirani) non avrebbe gravato le famiglie di un aumento ingiustificato e con pesi insopportabili. Quanto alla TPL ricordiamo come nel 2005 quando le liste civiche imposero che il trasporto pubblico locale fosse svolto dalla Park.o. s.p.a. la sinistra si oppose strenuamente per farlo mantenere in capo alla Conerobus.

Ora hanno svenduto le quote di capitale di Osimo della Conerobus e hanno scorporato il servizio (il cui aumento del contributo regionale per chilometro è del 2012), rischiando ora seriamente, grazie a Renzi, di mandarlo in liquidazione, se non si farà la gara entro il 2017.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-09-2016 alle 16:40 sul giornale del 28 settembre 2016 - 494 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, liste civiche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aBEQ





logoEV
logoEV