utenti online

Liste Civiche: 'sbagliato chiudere il centro socio-sanitario di Villa'

1' di lettura 06/09/2016 - Chiuso il centro socio sanitario integrato di Villa, dove espletavano l’attività ambulatoriale numerosi medici di base. La scusa è che l’immobile si deve mettere in vendita, come se non si potesse mantenere l’attività per i fabbricati in corso di alienazione.

Un servizio sociale in meno per tutta la popolazione assistita, che nell’immobile poteva ricevere anche prestazioni di fisioterapia e ginnastica dolce. Nel 2001 l’amministrazione delle liste civiche invece di vendere l’immobile come era obiettivo della precedente giunta di sinistra, lo restaurò e in collaborazione con l’ASL vi aprì il centro medico integrato, primo esempio dell’intera regione a cui seguì da lì a poco il centro diurno per i malati del morbo di Alzheimer alla Grimani Buttari.

Nel corso degli anni la struttura ampliò la sua offerta di servizi fatta di prestazioni di ginnastica dolce, sociali e integrative. Oggi la chiusura senza spiegazioni, con il suo trasferimento all’interno del PalaBaldinelli nei locali di infermeria per i giocatori. Il Comune pensa di incassare dalla vendita circa 300.000,00 euro. Noi l’avremmo mantenuto e potenziato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-09-2016 alle 11:18 sul giornale del 07 settembre 2016 - 538 letture

In questo articolo si parla di politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aAR7





logoEV