utenti online

M5S: 'su ex-consorzio Pd ipocrita. Ora la frittata è fatta'

Movimento 5 Stelle 5' di lettura 02/09/2016 - L’ipocrisia del PD di Osimo è imbarazzante. Abbiamo letto il loro comunicato stampa sull’ex-Consorzio in cui attaccano il M5S e, siccome conosciamo bene i fatti, ci vergogniamo un po’ per loro.

E’ nostro dovere però spiegare questi fatti ai cittadini osimani. Il Movimento 5 Stelle ha sempre avvertito il PD che stava commettendo un incredibile errore, (che ora gli è scoppiato in faccia, giustamente!), ma i nostri grandi esperti piddini di diritto e urbanistica hanno sempre tirato dritto per la loro strada.

Adesso però vengono ad accusare noi di “giravolte sconcertanti”? Se c’è un esperto in giravolte sconcertanti, questo è il vostro sindaco Simone Pugnaloni che in campagna elettorale elemosinava voti affermando che avrebbe fermato la costruzione del mega centro commerciale!

Il Movimento 5 Stelle è stato sempre coerente dall’inizio alla fine: le nostre posizioni su questa vicenda sono state sempre chiare e nette. E il bello è che ve l’abbiamo pure detto! Ma voi niente! Le prove?

Cari osimani, ce ne sono quante ne volete e sono pure documentate. Sia in consiglio comunale, sia nel corso delle ripetute conferenze sulla vicenda organizzate dal M5S di Osimo a cui sono intervenuti il Sindaco Pugnaloni e diversi esponenti dell’attuale maggioranza tra cui il vice Sindaco Pellegrini, il M5S ha sempre sostenuto l’illegittimità dell’iter urbanistico percorso dal PD: un pastrocchio assoluto per coprire maldestramente la gestione inqualificabile della vicenda da parte della precedente amministrazione delle Liste Civiche.

Senza addirittura fare la variante urbanistica, l’amministrazione Simoncini aveva rilasciato i permessi a costruire: scontato l’annullamento di tali atti da parte del TAR Marche, che però aveva lasciato una tenue quanto illogica scappatoia per rimediare al pasticcio, che è stata infatti sconfessata dal Consiglio di Stato.

Ma per essere onesti bisogna precisare che con la sentenza 434/2014 il TAR non ha puntato una pistola alla tempia di Pugnaloni intimandogli: “Finisci la variante urbanistica per far costruire il mega centro commerciale. E’ un ordine!”.

Il Comune non prende ordini dal TAR! Questo tribunale ha soltanto dichiarato, per poi essere clamorosamente smentito dal Consiglio di Stato con la sentenza del 12 maggio 2016 pubblicata il 26 agosto, che alla delibera del consiglio comunale n. 31/2012 con cui si revocava un vecchio piano di recupero dell’ex-Consorzio rinunciato dalla F.lli Simonetti, doveva essere “attribuita natura di adozione preliminare della nuova variante” per il nuovo progetto del centro commerciale.

Si parlava dunque di adozione preliminare. Pugnaloni, se avesse voluto, avrebbe potuto dire: “Bene, ma nella successiva fase dell’adozione definitiva, io non proseguo quella variante perché l’amministrazione comunale è cambiata e noi non siamo d’accordo con la realizzazione di un mega centro commerciale in quella parte della città”. Ecco la semplice e coerente soluzione, caro PD osimano!

Invece, il 16 ottobre 2014, (e ci sono le registrazioni agli atti, caro gruppo consiliare del PD!), ve ne siete infischiati di ciò che vi dicevano i nostri consiglieri comunali e avete votato per proseguire questa variante palesemente illegittima, (con la scusa che avevate le “mani legate” dalla precedente amministrazione delle Liste Civiche).

I nostri consiglieri hanno espressamente richiesto all’Arch. Mercuri che stava relazionando sulla questione, se il consiglio comunale aveva o no il diritto di votare negativamente la proposta di adozione definitiva che lui, in quanto tecnico comunale, stava presentando. E l’Arch. Mercuri ha ammesso che il consiglio comunale è sovrano nelle sue decisioni e quindi poteva anche votare negativamente!

Quindi, caro PD, è falso che il Movimento 5 Stelle “avrebbe preferito disattendere la decisione del TAR”, perché il TAR non può decidere per il Comune. Il TAR ha espresso una posizione in materia di procedura amministrativa: una posizione illogica, infatti è stata sconfessata dal Consiglio di Stato.

Ma il TAR non ha nessun potere nelle scelte di gestione dell’assetto del territorio. Quel potere, purtroppo per gli osimani, ce lo avete voi. Allora, caro ipocrita PD osimano che vuol far credere ai cittadini che il Movimento 5 Stelle “rispetta la giustizia a fasi alterne”, andate a riascoltare nelle registrazioni su Agoradio quello che vi abbiamo scongiurato di non fare sia il 16 ottobre 2014, in fase di adozione definitiva, sia il 5 marzo 2015 in fase di approvazione definitiva della variante, per evitare possibili aggravamenti di richieste di risarcimento danni. Vi ricordate?

Vi abbiamo detto le stesse identiche cose che ha scritto il Consiglio di Stato nella sua sentenza! Le stesse identiche cose! Chi siamo noi? Dei veggenti? Dei luminari di diritto amministrativo? Dei guru dell’urbanistica? No, siamo solo cittadini di buon senso che, con umiltà, si sono messi a studiare le leggi, le stesse che voi non conoscete (o fate finta di non conoscere), ma di cui non siete rispettosi.

E non “a fasi alterne”. Voi, continuativamente. Infatti, i cittadini non sono scemi, caro ipocrita PD, e una domanda sorge spontanea: perché avete fatto riprendere i lavori a marzo 2016 quando c’era una sospensiva del Consiglio di Stato e non avete atteso l’imminente sentenza del tribunale romano, (emessa il 12 maggio), che – guarda caso – vi ha dato clamorosamente torto?!

In 5 mesi avete permesso l’edificazione di questo mega complesso senza rispettare la sospensiva. Ora, dopo la sentenza, è pure ufficialmente illegittimo. Allora caro PD, chi è che non rispetta la Giustizia?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-09-2016 alle 10:00 sul giornale del 03 settembre 2016 - 1045 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, Movimento 5 Stelle, Movimento 5 Stelle Osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aALs





logoEV