utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

M5S: 'troppa retorica sul 25 aprile. Ad Osimo il neo-presidente Anpi fa ben sperare'

2' di lettura
713

Stiamo notando che sempre più spesso le celebrazioni del 25 aprile si riducono ad una parata di autorità che fanno discorsi bellissimi sulla Resistenza e sul sacrificio di tanti partigiani, ma poi col loro comportamento politico tradiscono quegli ideali e quegli obbiettivi concreti che la Resistenza condensò nella nostra Costituzione.

Eh sì, perché mai come quest’anno, il 2016, i sepolcri imbiancati della politica si sono riempiti indegnamente la bocca con la celebrazione della Resistenza e della Liberazione: ipocritamente stanno lavorando sottotraccia per distruggere la nostra Costituzione, per la quale tanti giovani italiani e tanti partigiani morirono.

Così facendo, li stanno uccidendo una seconda volta. Nella celebrazione di Osimo per fortuna, siamo stati positivamente sorpresi dal discorso chiaro e coraggioso del giovanissimo neo presidente dell’ANPI osimano, Niccolò Duranti, classe 1991, che raccoglie l’eredità del padre Armando dimissionario, e del nonno, uno degli ultimi partigiani ancora vivi di Osimo.

Niccolò Duranti, senza mezzi termini, ha giustamente sottolineato come l’attuale progetto di riforma della Costituzione fortemente voluto dal governo Renzi parta da basi antidemocratiche, (è stato imposto dal Governo senza un minimo di dibattito in parlamento in sfregio alle minoranze, ispirato dalla “nobile” figura del pluri-indagato ex-berlusconiano Denis Verdini di ALA) e abbia obiettivi antidemocratici: l’esatto opposto di ciò che la nostra Carta ci ha garantito dal 1948 ad oggi.

Duranti l’ha detto chiaramente: l’ANPI non ci sta e non assisterà impassibile alla distruzione della nostra Costituzione. Il Movimento 5 Stelle da parte sua, così come nel 1945 ogni componente della società civile aiutò nel processo di Liberazione, darà il suo contributo in difesa della Costituzione nel referendum costituzionale del prossimo autunno. Faremo le barricate se necessario e profonderemo tutte le nostre energie fino all’ultima goccia, a fianco dei partigiani di ieri e di oggi.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-04-2016 alle 12:10 sul giornale del 28 aprile 2016 - 713 letture