utenti online

Pd Osimo: 'la Mariani (PP) protagonista di uno sterile ostruzionismo. Le opposizioni non costruttive'

2' di lettura 07/04/2016 - Facciamo un po’ di chiarezza sull’ultimo consiglio comunale… E’ bene ricordare che i punti presenti all’ordine del giorno sono stati tutti votati e approvati dalla maggioranza di centrosinistra (Pd Osimo,Energia Nuova e L'Altra Osimo con la Sinistra).

Alcuni di questi (mozione sull’agenzia del lavoro e regolamento per la determinazione degli oneri di urbanizzazione) hanno avuto anche il voto favorevole delle opposizioni. L’unica ad essere contraria è stata – come sempre – la consigliera Mariani, che continua a votare in direzione opposta, non soltanto al Pd, ma a tutte le altre forze del Consiglio che “osano” votare e condividere qualche provvedimento della maggioranza.

Non sarà che la Mariani decide di votare sempre contro a prescindere, per questioni personali, non avendo ottenuto all’epoca ciò che chiedeva con tanta insistenza? Sappiamo bene che da quel momento il suo unico scopo è quello di far cadere il sindaco Pugnaloni.

Infatti non perde l’occasione per pubblicare su facebook frasi di questo tenore: “Pugnaloni e il Pd traballano. Pasquinelli e Catena (l’Altra Sinistra) votano contro il Pd”. Ma per dovere di cronaca va precisato che L’Altra Osimo con la Sinistra ha votato in maniera diversa soltanto su emendamenti che andavano a modificare un aspetto puramente tecnico del provvedimento.

E lo stesso provvedimento – il nuovo Regolamento di contabilità armonizzata – nel suo complesso è stato votato e approvato anche dall’Altra Osimo, mentre la Mariani ovviamente si è espressa per il no. La stessa Mariani ha presentato 10 (dieci) emendamenti per modifiche minimali sul provvedimento, invece di presentare un unico emendamento con tutte le modifiche richieste, obbligando il consiglio comunale a fare interventi, dichiarazioni di voto e votazioni su ogni singolo emendamento, moltiplicando per dieci i tempi dei lavori del consiglio.

Una tecnica che se fossimo in Parlamento non avremmo difficoltà a definire di ostruzionismo, messa in atto al solo scopo di ritardare l'approvazione di una legge. Vogliamo ricordare che nello stesso consiglio comunale è stato presentato dall’opposizione addirittura un sub-emendamento ad una mozione al solo scopo di modificare il verbo attivare con riattivare.

Il Pd di Osimo vuole governare la città con un altro senso di responsabilità, portando in consiglio proposte concrete e attuabili. Siamo aperti al dialogo con un'opposizione che voglia dare un contributo costruttivo e non con chi ha il solo obiettivo di criticare e rallentare i lavori consiliari.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-04-2016 alle 00:30 sul giornale del 07 aprile 2016 - 580 letture

In questo articolo si parla di politica, gruppo consiliare pd osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/avBT





logoEV
logoEV