utenti online

Camerano: usavano casolare abbandonato per nascondere la droga, due arresti sulla Direttissima del Conero

Polizia di notte 2' di lettura 25/02/2016 - Nascondevano la droga sotto terra, nel giardino di una casa abbandonata poco distante dalla Direttissima del Conero. Ma i poliziotti della Narcotici della Squadra Mobile anconetana, avevano riposto da tempo la loro attenzione verso il confine del comune di Camerano con Osimo Stazione, in particolare su un casolare lontano dalla viabilità principale e raggiungibile solo da una strada campestre.

A segnalare un viavai sospetto, specie nelle ore serali e notturne, erano stati un paio di contadini, abitanti in zona, che si erano rivolti alla Polizia. Gli agenti della Mobile, dopo una serie di appostamenti anche notturni, hanno fatto irruzione nel casolare, senza però trovare nessuno. Hanno quindi effettuato un accurato controllo all’interno dello stabile diroccato, indirizzando le ricerche in una zona poco distante, sul ciglio di un canaletto di scolo, dove conducevano alcune orme e la terra appariva smossa da pochi minuti. Sottoterra, in alcuni barattoli di vetro per evitare l’umidità, i poliziotti hanno scovato circa 250 g di marijuana, per un valore al dettaglio di circa 1.300 euro, che ovviamente hanno sottoposto a sequestro.

Poco lontano dall’area, gli operanti si sono imbattuti in una coppia di pregiudicati. Nello specifico, in una traversa della direttissima del Conero poco distante (non è escluso ma non è dimostrabile che potevano recarsi al casolare), hanno bloccato i due chiudendogli ogni via di fuga, dopo aver assistito, appostati nei pressi, ad uno scambio sospetto. A seguito della perquisizione il 31enne Guerrino Buonora, di Falconara Marittima, è stato trovato in possesso di 21 g di cocaina (per un valore al dettaglio di circa 1.700 euro) appena ricevuta dall’albanese Olimpjon Prifti, 35enne residente a Castelfidardo.

I due sono stati tratti in arresto (il primo nella flagranza del reato di spaccio, il secondo nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio) e, dopo un passaggio in Questura per il rituale foto segnalamento, sono stati posti agli arresti domiciliari su disposizione del PM di turno. L’udienza di convalida degli arresti dinnanzi al Gip è prevista per la mattinata del 26 febbraio e i due saranno scortati in aula dai poliziotti.


   

di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 25-02-2016 alle 14:41 sul giornale del 26 febbraio 2016 - 1113 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/at8X





logoEV
logoEV