utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

M5S: 'variante al Prg, vittoria del nostro movimento e del comita No Prg'

3' di lettura
1083

Giustizia è fatta! Col consiglio comunale del 28 dicembre 2015, circa 100 famiglie che ne avevano fatto richiesta, hanno ottenuto la retrocessione da aree edificabili ad aree agricole e la fine di un incubo durato 10 anni durante i quali hanno pagato IMU e tributi elevatissimi che le hanno dissanguate, lasciandole con un pugno di mosche in mano e addirittura con la beffa della non edificabilità sostanziale a causa del ricorso al TAR da parte della Provincia.

Con l'adozione preliminare di questa variante particolare, (a cui dovrà seguire al più presto la variante generale al PRG con un percorso inclusivo e partecipativo di tutta la cittadinanza e di tutte le forze politiche che noi del M5S abbiamo ripetutamente sollecitato), queste famiglie non subiranno più una simile ingiustizia, perché l'effetto tributario entra in vigore appunto dall'atto di adozione preliminare della variante urbanistica.

Gli uffici tecnici del Comune hanno riferito che altre richieste di variazione di destinazione pervenute al Comune non sono state accolte al momento, sia per rilievi mossi nei recenti pareri pervenuti da parte della Provincia, sia per aumenti di cubatura, sia per aspetti normativi generali.

Esse saranno valutate e, ove rispondenti al principio generale di diminuzione del consumo di suolo, auspichiamo che siano accolte nella variante generale che sollecitiamo all'amministrazione di velocizzare al massimo. Il Movimento 5 Stelle rivendica l'impegno al fianco dei cittadini e in particolare del Comitato NO PRG.

Saremo forse poco modesti, ma è grazie all'azione tenace che abbiamo condotto in questi mesi che oggi è stato conseguito questo importantissimo risultato di equità e giustizia sociale per i nostri concittadini.

Un'azione caparbia sia dal punto di vista urbanistico e fiscale (un grazie all'architetto Riccardo Picciafuoco e al dottor Sergio Foria che hanno prestato la loro professionalità al comitato NO PRG), sia dal punto di vista mediatico e politico: ci piace ricordare la manifestazione davanti al Comune del maggio scorso con striscioni e megafoni, e il nostro ordine del giorno con cui abbiamo dato battaglia alla maggioranza nel consiglio comunale del 28 novembre 2015.

A proposito, oltre alla variante generale Pugnaloni riveda al più presto i “valori unitari ipotetici” dei terreni edificabili individuati dall'amministrazione Simoncini con atto del Consiglio Comunale n. 29 del 23/05/2012. Questi valori infatti sono oggi totalmente fuori mercato per due ragioni:

1) a livello nazionale (dati ISTAT) il valore degli immobili residenziali è diminuito del 11,4% nel periodo 2010-2014. Questo significa che i valori delle aree edificabili di cui non esiste assolutamente un mercato in questo momento hanno subìto un vero e proprio crollo del loro valore pre-crisi;

2) ad Osimo in particolare, la specifica situazione del mercato immobiliare è stata pesantemente danneggiata dal PRG 2005 della giunta Latini che prevedeva in 10 anni una crescita di ben 17.000 abitanti (!) e che quindi ha generato una esorbitante offerta immobiliare con conseguente deprezzamento dei valori e moltissimi alloggi invenduti.

Come è noto questo PRG è stato impugnato dalla Provincia presso il TAR per più di 2/3 delle aree previste, non ritenute conformi agli strumenti della pianificazione sovraordinata provinciale (PTC) e regionale (PPAR). Quindi giustizia sia fatta non solo per chi ha voluto retrocedere le aree da edificabili ad agricole, ma anche per chi, mantenendo l'edificabilità, ha diritto a pagare i tributi sulla base di valori equi e aggiornati.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-12-2015 alle 17:09 sul giornale del 30 dicembre 2015 - 1083 letture